Siamo in vacanza ai primi di maggio nell’estrema R...

Recensione di del 02/05/2011

Bagni Lido

43 € Prezzo
9 Cucina
8 Ambiente
8 Servizio
Rapporto qualità/prezzo: Buono
Prezzo per persona bevande incluse: 43 €

Recensione

Siamo in vacanza ai primi di maggio nell’estrema Riviera di Ponente ligure, e ci siamo volutamente portati dietro tutti i suggerimenti gastronomici degli amici de ilmangione.it. Per l’ora di pranzo, dopo aver attraversato il caotico traffico di San Remo, arriviamo a Bordighera: la cittadina ci sembra sonnacchiosa e tranquilla. Siamo di lunedì ed è già l’una passata. La nostra meta gastronomica è il Ristorante Bagni Lido sul Lungomare Argentina. Troviamo un piccolo posteggio sotto alcuni pini marittimi e proseguiamo a piedi: il lungomare infatti è in divieto d’accesso per tutti i veicoli.

Ambiente.
Il ristorante, come ci si può aspettare dal suo nome, sorge su palafitte direttamente sulla spiaggia. Al di fuori sembra la classica costruzione un po’ provvisoria tipica dei bagni con cabine ed ombrelloni. L’interno è invece molto curato, quasi elegantino: tutto rivestito di compensato marino di colore scuro, alternato con tessuti di colore rosso porpora, così come le tovagliette di cotone poste sui tavolini. Parte del locale è sulla veranda racchiusa da grandi finestroni di plastica trasparenti, in parte aperte. Il sole limpido e quasi accecante ci mostra lo spettacolo di wind-surfers e kite-surfers che impazzano sul mare favoriti da onde lunghe e vento teso.

Servizio.
Ci accomodiamo al un tavolo da due sulla terrazza coperta. Il cameriere è gentile e premuroso. Ci porta i menu e la carta dei vini. Dalla carta dei vini, con prezzi non proprio contenuti, scegliamo un Müller Thurgau. Una bottiglia d’acqua. Il cestino del pane che ci viene portato contiene anche alcune striscioline di focaccia ligure e tarallucci leggermente piccanti.

Cucina.
Dal menu tutto pesce, che contiene proposte molto invitanti, saltando gli antipasti per privilegiare i secondi, scegliamo come primo piatto “tagliolini al branzino e verdure” da dividerci in due, e due secondi piatti “spadellata di gamberoni, seppioline e verdure” e “filetto d’orata in crosta di patate”.
Uno spettacolo di vista, olfatto e gusto! I tagliolini sono delicati, ben amalgamati con il loro condimento a base di curry, branzino e verdure.
La “spadellata” è una piacevole sorpresa con tre grossi gamberi legati in uno spedino e cotti con la grossa coda già sgusciata, pezzi di seppioline e verdurine: veramente deliziosi!
Il filetto d’orata in crosta di patate è delicatissimo e gustoso allo stesso tempo: il tutto è amalgamato con piccole strisce di zucchine, carote, patate e peperoni: splendido!
Il dessert, consigliato dal gentilissimo cameriere, è una crema catalana con caramello appena sfiammata unita ad un micro spiedino di frutta fresca.
Tutto è stato semplice e ricercato allo stesso tempo: dalla forma dei piatti, rettangolari a forma di foglio leggermente accartocciato, al vino mantenuto fresco in ghiaccio in un originalissimo contenitore di plastica trasparente.
Piacevole chiacchierata finale col proprietario con degustazione di limoncello offerto dalla casa.
Conto 85,50 euro, ovvero 43 euro a testa pagati con gran piacere. Passando nuovamente da queste parti ci torneremo senz’altro.

Condividi la tua esperienza

Raccontarci le tue personali esperienze è fondamentale per permetterci di conoscerti sempre di più ed offrirti consigli su misura per te. ilmangione non è più un'esperienza statica, ma una potente Intelligenza Artificiale che impara a conoscerti partendo da quello che ti piace.