Sarò anche di parte, visto che sto parlando della ...

Recensione di del 20/08/2006

Bagni Lido

39 € Prezzo
9 Cucina
9 Ambiente
10 Servizio
Rapporto qualità/prezzo: Buono
Prezzo per persona bevande incluse: 39 €

Recensione

Sarò anche di parte, visto che sto parlando della città in cui mi sono sposato, ma trovo Bordighera una località incantevole. Proprio per il festeggiamento del primo anniversario di nozze decidiamo di tornare al ristorante Lido, dai nostri amici Lilli e Paolo.
Un consiglio per il parcheggio. All'inizio del lungomare lato Italia c'è un discreto piazzale, lasciate la macchina lì e proseguite a piedi gustandovi il paesaggio. Il locale si trova ad un centinaio di metri.

Si tratta di uno stabilimento balneare, tipo palafitta, posto direttamente sul mare, che la sera (nei week-end invernali anche a pranzo) si trasforma in un delizioso e romantico ristorante. La gestione della cucina è affidata a Paolo, visibile durante le sue performance ai fornelli grazie ad una modesta vetrata che lo separa dalla sala, mentre la dolcissima Lilli si occupa del servizio ai tavoli e della cura dei clienti. Durante l'estate e, tempo permettendo, anche negli altri periodi di apertura c'è la possibilità di mangiare sulla balconata che gira intorno alla struttura e ritrovarsi così a pasteggiare a sbalzo sul mare con una vista apertissima sulla costa di Ponente fino a Montecarlo. Ma veniamo alla nostra cena.

I tavoli sono particolarmente curati, il colore predominante è il blu mare e sopra ognuno è presente una piccola lanterna (a mo' di candela) che dà un tocco di romanticismo in più.
Molto sfizioso anche il cestino del pane, arricchito con una specie di torcetti fatti in casa (deliziosi).

Si parte con un antipasto misto di mare per due: insalatina di mare tiepida, brandacujun (per chi non lo conoscesse: un amalgama di stoccafisso ammollato, patate, aglio, prezzemolo, sale, un filo d'olio extra vergine ed un pizzico di pepe bianco), polpo e patate, alici marinate e gamberetti in pastella.

Proseguendo io scelgo il primo (qualcosa di eccezionale, assolutamente da provare), tagliolini al nero di seppia coi frutti di mare: pasta fatta in casa, ottima cottura al dente e soprattutto molto delicato l'utilizzo del nero di seppia che, il più delle volte nei ristoranti, lo trovo pesante o eccessivo.

Secondo per mia moglie, pescato del giorno alla griglia con patate al forno ed una julienne di verdure.

Dolce solo per me, un semifreddo al caffè (o se preferite, al torroncino).
La carta dei vini tocca un numero discreto di regioni, anche se personalmente vi consiglierei una scelta legata al territorio ligure. Per noi una bottiglia di Pigato del Poggio di Gorleri. Due bottiglie d'acqua, due caffè e le bottiglie di limoncino e di grappa lasciate sulla tavola.
Quest'ultima cosa sembra una banalità, ma la considero una delle cartine tornasole di un locale per quel che riguarda il servizio ed il giusto rapporto con la clientela.
Spendiamo 78,00 euro, così distribuiti: due coperti 2 €; due antipasti 24 €; un primo 10 €; un secondo 14 €; un dolce 5 €; un Pigato 14 €; due bottiglie d'acqua 6 €; due caffè 3 €; ammazzacaffè offerti.

Condividi la tua esperienza

Raccontarci le tue personali esperienze è fondamentale per permetterci di conoscerti sempre di più ed offrirti consigli su misura per te. ilmangione non è più un'esperienza statica, ma una potente Intelligenza Artificiale che impara a conoscerti partendo da quello che ti piace.