E' davvero strano che di questa frequentatissima t...

Recensione di del 05/04/2008

Trattoria Fantoni

13 € Prezzo
7 Cucina
6 Ambiente
7 Servizio
Rapporto qualità/prezzo: Ottimo
Prezzo per persona bevande incluse: 13 €

Recensione

E' davvero strano che di questa frequentatissima trattoria non ci siano ancora informazioni; anni fa compariva anche sulle guide, poi con l'avvento del più rustic-chic Trattoria del Rosso, è stata infelicemente soppiantata; non credo di sbagliare nell'affermare che qui si può trovare il miglior rapporto qualità/prezzo di tutta la città, inteso nel senso di prezzo imbattibile per quel che viene offerto, e parliamo di sostanza non di apparenza.
Non parliamo di ettolitri di panna a nascondere le magagne, cotture riscaldate o sughi sgrassati per gli amanti del light a tutti i costi: parliamo di cibo semplice, genuino e ben fatto ad un prezzo davvero conveniente.

A questo punto procedo al contrario e vi dico già il prezzo: 12,5 euro a testa, vino escluso, per primo, secondo, contorno e dolce. Non è una tipica trattoria tradizionale bolognese, e questo per un bolognese comincia ad essere un punto a favore, perchè detto tra noi, di cucina locale non se ne può più, ed i turisti hanno già l'imbarazzo della scelta, per cui, pur avendo letto in menu le Tagliatelle al ragù, qui non le ho mai assaggiate e non credo le ordinerò mai.

Dicevo che il locale è affollato, bisogna prenotare per tempo, già il Venerdì sera faticherete a trovar posto per Sabato sera; è piccolo ed angusto, suddiviso in due salette, molto old-style con roba ammassata sulle pareti dove capita, d'altronde cercare l'estetica qui è insensato, dovrò dare un voto alla fine, e ancora non so quale sarà, perchè per me appartiene alla schiera dei locali ingiudicabili sotto questo aspetto; i tavoli sono abbastanza ammassati, le tovaglie e l'apparecchiatura sono minimal ma puliti.

Il menu è plastificato alla meno peggio su un usatissimo foglio a due facciate: una per i vini ed una per il cibo. Il menu, scritto a mano come ci si augura in un posto simile, nel senso che è giusto cambi giornalmente a seconda della disponibilità del mercato, riporta anche la data del giorno, ve lo riporto in toto in modo, comunque da avere un occhio generale sulle proposte che ci possono essere; il coperto è di 1,50€ uno dei più bassi, l'acqua è filtrata, comunque buona senza strani sentori e "compresa" nel coperto; questo va sottolineato perchè trovo molto scorretto che in locali anche blasonati addebitino il costo di un'acqua filtrata, come spesso succede.

Niente antipasti: roba da giovani marmotte, qui si va al sodo.
Primi: Zuppa d'orzo con verdure miste, Pasta al pomodoro, Penne al tonno fresco, cozze e pomodoro, Paccheri al ragù di tipo napoletano, Garganelli con porcini alla boscaiola, Sedanini al forno, Tagliatelle al ragù, Tortelloni al ragù, al pomodoro o burro e salvia.
Contorni: Verdure cotte o Insalata mista (abbiamo poi visto anche delle patate nei tavoli vicini).
Formaggi: Grana, caciotta, pecorino, gorgonzola.
Secondi: Tartara di cavallo, Bistecca di cavallo ai ferri, Noce di manzo ai ferri, Salsiccia con fagioli, Spezzatino con i broccoli, Triglie fritte con insalata, Braciole di maiale alla bolognese, Fesa di Tacchino al forno, Asparagi alla Bismarck.
Dolci della casa: Coppa al mascarpone, Tiramisù, Panna cotta all caramello, Torta di mele, Torta di pane, cioccolato e amaretti, Mousse di ricotta alla frutta, Budino all'amaretto, Sfogliatina con crema, mandorle e amarene, Crostata all'albicocca, Zuppa Inglese, Ananas fresco.

Ho preso: I Paccheri al ragù napoletano, ottimo sugo di carne con pezzetti di salsiccia, costine ed ovviamente pomodoro; ad averne la possibilità ci avrei spolverato volentieri del pecorino sopra, è un piatto di pasta abbondante, tenuta al dente, ben condito e servito caldo, il pomdoro non aveva sentori aciduli tipici di quelli di scarsa qualità.

Come secondo la Tartara di cavallo, per duri e puri: vi viene servito un hamburgher di cavallo sic et simpliciter, accanto vi mettono: olio, worcester, tabasco, sale e pepe, e un vasetto di senape con relativo cucchiaino, se lo volete lo spicchio di limone è accanto alla carne; io mi metto all'opera aggiungendo olio (peccato che l'olio sia di quelli da poco, almeno ha il pregio di essere di quelli invisibili, di poco sapore e poco invadenti, la possibilità di avere un olio migliore un pò più serio e non industriale, la pagherei volentieri, francamente), sale, e mi guardo bene dall'aggiungere il limone che cuoce la carne levandole il sapore di crudo, quindi non mi piace, poi poche gocce di Worcester ed una punta di senape, mescolando il tutto. Buono, tanto buono e la carne è davvero fresca.

Ho preso anche un piatto di verdure miste cotte e mi dicevo, guardando le patate del tavolo vicino, ma che non erano presenti in menu, che forse avevo fatto una scemata: le verdure cotte in genere sono ospedaliere.
Invece sono rimasto sorpreso davvero: fagiolini, belli verdi e non color verde da foglia morta autunnale, ancora sodi, cotti proprio al dente, un radicchio di chiggia che era ancora croccante, condito alla perfezione e non bruciacchiato, delle zucchine in padella non spappaolate ma saporite e sode e delle carotine anche queste ancora mordibili. Difficile gustare un piatto di verdure miste, non mi capitava davvero da tanto di esserne così soddisfatto.

Sui dolci sono rimasto un pò indeciso, la mia fissazione per la panna cotta, in primavera si calma leggermente, quindi chiedo un suggerimento alla cameriera, mi indica senza tentennamenti il mascarpone alle fragole, che è l'ultimo fatto e che arriva al fulmicotone: non è sofficissimo anche perchè di quelli già sporzionati in coppetta, messa in frigo, resta per forza quindi un pò opaco, ma non è male, perchè non risulta eccessivamente solce e sopratutto senza la fastidiosa spumosità degli albumi crudi che detesto e che, quando presenti, sento subito, è stato amalgamato abbastanza in fretta, quindi ha qualche grumettino qua e là, ma non sono fastidiosi, non ne penalizzano il sapore, viene servito con un poco di granella di nocciole sopra.

Del conto ho già parlato, si esce immensamente soddisfatti.

Condividi la tua esperienza

Raccontarci le tue personali esperienze è fondamentale per permetterci di conoscerti sempre di più ed offrirti consigli su misura per te. ilmangione non è più un'esperienza statica, ma una potente Intelligenza Artificiale che impara a conoscerti partendo da quello che ti piace.