Improvvisa mini-trasferta a Bologna, città del tor...

Recensione di del 10/04/2008

Trattoria Anna Maria

38 € Prezzo
6 Cucina
6 Ambiente
6 Servizio
Rapporto qualità/prezzo: Scarso
Prezzo per persona bevande incluse: 38 €

Recensione

Improvvisa mini-trasferta a Bologna, città del tortellino. La giornata tranquilla e uggiosa necessita di una sferzata di vita, una botta di calorie e buon umore.
Non abbiamo avuto il tempo di fare una ricerca sul sito e decidiamo di affidarci alle cure della gente del luogo per la scelta del locale di ristoro. Tale scelta cade infine sulla Trattoria Anna Maria.
Ci viene descritta come una tipica trattoria bolognese, incasinata al punto giusto, cordiale e, ciò che più conta, con degli ottimi primi.
Ho sentito quanto basta, andiamo.

Situato all'interno delle vecchie mura, vicino al quartiere universitario e a due passi dal centro, la trattoria si compone di due sale per un totale, stimo, di una cinquantina di coperti.
Siamo senza prenotazione ed è tutto pieno, ci chiedono di aspettare e nel frattempo ci viene portato un calice di prosecco. Dopo venti minuti il tavolo si libera e ci accomodiamo.

La lista è essenziale. Niente antipasti, tortelloni e tortellini come se piovesse, in brodo, al ragù, al burro, al verde, per tutti i gusti insomma. Poi di secondo una serie di carni al forno fra le quali l'anatra, il coniglio, la faraona, lo stinco di maiale. Come contorni si può scegliere fra patate al forno, insalata, verdure cotte e poco altro.
Carta dei vini, non pervenuta. Chiedo del rosso e mi dicono "Cabernet, Chianti, Nero d'Avola o della casa?". Scegliamo il Nero d'Avola.
Bene, più o meno quello che mi aspettavo. Si parte.

Arriva a tavola il vino, l'acqua, un cestino del pane con dei grissini artigianali ottimi e una bella focaccina tagliata a cubetti.

Poco dopo ci vengono serviti i primi.
Tortelloni burro e salvia e Tortellini al ragout.
Ottima pasta, ripieno poco marcato ma splendido il ragù! Due inizi niente male.

Come secondo scegliamo l'anatra al forno con un contorno di patate al forno e un piatto di asparagi con uovo all'occhio di bue accompagnato da un piattino di verdure miste bollite.
Purtroppo la mia anatra (come immaginavo) è risultata un po' secca, comunque discreta nel complesso. Il piatto di asparagi invece molto ben preparato nella sua estrema semplicità. Patate al forno e verdure miste degne di nota.

Saltiamo i dolci che, posti all'ingresso del locale, durante la nostra sosta in attesa del tavolo non ci avevano entusiasmato. Prendiamo solo due caffè decaffeinati e chiediamo il conto.

Non ho le voci di dettaglio del conto, ricordo vagamente dei prezzi intorno ai 10-12 € per i primi, 12 anche i secondi, 5-6 € per i contorni. Nessuna idea di quanto possa aver pagato il vino, ma ipotizzo un 12-14 € avendo pagato in totale 78 € per due primi, due secondi, due contorni, acqua, vino e caffè.

Il servizio è stato in linea con quanto ci si può aspettare, sorridente, veloce, minimale.
Il conto è un poco salato, davvero, nonostante la discreta qualità delle proposte, ci si aspetterebbe di spendere meno. Motivo per cui, pur avendo mangiato bene, giudico il rapporto qualità/prezzo scarso.

Condividi la tua esperienza

Raccontarci le tue personali esperienze è fondamentale per permetterci di conoscerti sempre di più ed offrirti consigli su misura per te. ilmangione non è più un'esperienza statica, ma una potente Intelligenza Artificiale che impara a conoscerti partendo da quello che ti piace.