Cosa vuol dire lavorare bene

Recensione di del 19/03/2016

Osteria Bottega

130 € Prezzo
9 Cucina
9 Ambiente
9 Servizio
Rapporto qualità/prezzo: Ottimo
Prezzo per persona bevande incluse: 130 €

Recensione

Spesso mi trovo a Bologna per lavoro e devo dire che, tramite consigli o “IlMangione” mi sono trovato sempre bene. Solitamente vado in un ristorante dove mangio bene con certezza. Questa volta ho voluto provare l’Osteria Bottega di cui avevo sentito parlare bene. La giornata è bella, l’aria tiepida, ci arriviamo con un buon stato d’animo. Il locale è in una strada piccolina, sotto un portico, e di fronte c’era parcheggiata una bella Bianchina che riportava a periodi molto, ma molto più felici. Entriamo, il locale non è grande ed ha un che di trattoria molto curata e pulitissima, con personale giovane, elegante ed estremamente gentile.

Ci accompagnano alla dependance dove ci fanno accomodare ad un tavolo piccolo, ma molto carino. La dependance è piccolina, sempre sullo stile della trattoria, ma tutto è molto nuovo e, cosa rara, il soffitto insonorizza molto bene il locale.

Siamo soli e cominciano a portarci l’acqua e darci dei menù con varie possibilità. Ci spiegano cosa manca, per via della stagionalità e poi ci consigliano mentre ordiniamo. La partenza, per noi, come per tutti è la descrizione dei salumi evidenziando “Sua Maestà” la mortadella…questa è stata l’unica nota che mi ha fatto sorridere, sentire tante volte “Sua Maestà”. In ogni caso ci hanno portato la mortadella, buona, il culatello di zibello, molto buono, la spalla cotta, eccezionale, con il grasso dolcissimo, la coppa di testa, notevolissima e due assaggi di “la nostra salsiccia cruda” al pepe nero direi ottima. Hanno accompagnato i salumi con carciofini sott’olio fatti dalle “donne di Bentivoglio” deliziosi. Qui ci hanno fatto assaggiare i loro ciccioli pressati nel torchio di legno, fantastici.

A seguire abbiamo optato per una costoletta di vitella alla petroniana, impanata, fritta e poi cotta assieme a formaggio e prosciutto nel brodo di cappone, molto buona, io ho preso il piccione con cottura differenziata, petto rosato, coscette e ali croccanti, su della bieta saltata con pancetta, direi uno dei piatti più buoni che ho mangiato da sempre. Assieme delle patate arrosto molto buone.

Tutto è stato accompagnato da Lambrusco di Sorbara Rimosso 2014 , Cantina della Volta.

Ora ci hanno dato del parmigiano 30 mesi di vacca bianca modenese di gusto e consistenza perfettamente equilibrati e soddisfacenti e due fettone del loro salame.

Io ho preso, a questo punto, un sorbetto di mandarino che esprimeva al massimo il sapore del frutto ed era di giusta consistenza e temperatura, oltre ad un dolce, fiordilatte con amaretti e mandorle.

Per concludere ci hanno portato un buon caffè e un bicchierino di Villa Zarri 10 anni.

Alla fine € 130,00 in due che direi, vista la qualità ottima e il servizio, adeguati.

Bravissimi, magari tutti lavorassero così.

Foto della recensione

Condividi la tua esperienza

Raccontarci le tue personali esperienze è fondamentale per permetterci di conoscerti sempre di più ed offrirti consigli su misura per te. ilmangione non è più un'esperienza statica, ma una potente Intelligenza Artificiale che impara a conoscerti partendo da quello che ti piace.