Alla fine siamo riusciti ad andarci, l'Osteria que...

Recensione di del 07/12/2010

Osteria Bottega

40 € Prezzo
7 Cucina
7 Ambiente
9 Servizio
Rapporto qualità/prezzo: Scarso
Prezzo per persona bevande incluse: 40 €

Recensione

Alla fine siamo riusciti ad andarci, l'Osteria quest'anno ha riaperto i battenti prima che queste ferie siano terminate. Giungiamo, io e la mia consorte, dopo una lunga ma piacevole passeggiata iniziata da San Petronio, primi clienti della serata, in questo posto cult della ristorazione bolognese.
Troviamo il patron Daniele Minarelli, insieme al suo staff, ancora intento a sistemare gli ultimi tavoli del porticato ma ci accoglierà subito con grande cordialità, sebbene sconosciuti clienti.
Sarà lui a prendere le ordinazioni intuendo e consigliando il percorso gastronomico preferito e successivamente ci lascerà  alle professionali cure dei suoi collaboratori.

La sala è apparentemente datata e piena di cose vecchie, compresa una straordinaria affettatrice da museo, ma si osserva una cura quasi maniacale dei particolari. Si può sorvolare sulla spartana apparecchiatura dei tavoli, un po' meno sulla loro eccessiva vicinanza.
Dopo averci portato l'acqua e i due calici dell'ottimo Lambrusco "L'acino" di Corte Manzini, che avevamo ordinato, ci viene cortesemente offerto un assaggio della grande mortadella di Pasquini che però è un peccato dover gustare con del pane quasi raffermo.

Le tagliatelle alla bolognese sono di buona qualità sia nella sfoglia che nel condimento ma non riesco a percepire straordinarietà rispetto ad altre di buon livello.
Di eccellente livelloè invece l'imperdibile cotoletta. Cotta a dovere è gustosamente condita con parmigiano e prosciutto crudo. E' anche abbastanza ampia da consentirne un generoso assaggio per due persone. Davvero buona anche se il suo prezzo, soprattutto se "tradotto" in lire, fa un certo effetto. Buone le patate al forno di contorno.

Sui dolci ho molto da ridire. La zuppa inglese sarà pure frutto della ricetta originale (ma questo dolce ha tutta una sua storia) e di indubbio gusto casereccio, ma il risultatoè deludente. E' lontana anni luce da quelle delle buone pasticcerie.
Senz'altro migliore, ma siamo solo sulla sufficienza, è stata la torta di riso il cui assaggio ci è stato cortesemente offerto.
Locale che nel complesso ritengo un po' sopravvalutato e dai prezzi, pur "normali" per Bologna, in assoluto sono piuttosto cari e per nulla assimilabili a quelli di qualsiasi vera Osteria.
Ci ritornerei (tornerò?) solo per la cotoletta e gli splendidi salumi visti servire ai tavoli vicini.
Conto: acqua minerale da un litro € 2,00; due calici di vino € 8,00; due primi € 24,00; un secondo € 32,00; un contorno € 5,00; due dolci € 12,00. Totale € 83,00 arrotondati ad € 80,00. Prezzo a persona € 40,00. Rapporto qualità/prezzo normale.

Condividi la tua esperienza

Raccontarci le tue personali esperienze è fondamentale per permetterci di conoscerti sempre di più ed offrirti consigli su misura per te. ilmangione non è più un'esperienza statica, ma una potente Intelligenza Artificiale che impara a conoscerti partendo da quello che ti piace.