L'idea iniziale era di trovare scampo alla calura ...

Recensione di del 13/07/2012

I Portici - Hotel

157 € Prezzo
8 Cucina
9 Ambiente
8 Servizio
Rapporto qualità/prezzo: Scarso
Prezzo per persona bevande incluse: 157 €

Recensione

L'idea iniziale era di trovare scampo alla calura in qualche osteria sui colli, ma il pensiero che tanti accaldati bolognesi potessero seguire la stessa via ha provocato una decisa inversione di rotta.
L'amico Franco ha una curiosità: il ristorante I Portici di via Indipendenza, unico ristorante a vantare una stella Michelin in quel di Bologna e qui mi invita, assieme ad una cara amica che non vedo da tantissimi anni. Una buona occasione per festeggiare.
Eccoci dunque sotto i portici della Montagnola a varcare la soglia di quello che un tempo era il teatro Eden (che fino al 2008 dava anche il nome al ristorante). E del teatro il locale ha mantenuto le caratteristiche. C'è persino il palcoscenico su cui troneggia un lucido pianoforte a coda illuminato da discreti riflettori. La sala è molto vasta e alta con luci soffuse, decorazioni liberty, i tavoli spaziosi e ben distanziati, moderne e comode sedie in Plexiglas. Di buon livello la mise en place. Il personale, tutto al maschile, ci accoglie con solerzia e grande cortesia.
Consultiamo il menù e decidiamo per la degustazione di pesce che viene proposta solo per tutto il tavolo. Va benissimo.
La carta dei vini è di grande spessore: spettacolare la pagina dedicata agli champagne che presenta produttori grandi e piccoli di autentico prestigio tra cui il mio amato Jaques Selosse. Peccato per qualche ricarico francamente eccessivo.
Scegliamo un Poully Fumè Ladoucette "Baron de L" 2005. Eccellente espressione di sauvignon, erbaceo, di grande tipicità e persistenza.
Come aperitivo beviamo un Franciacorta riserva Anna Maria Clementi di Cà del Bosco, vellutato e suadente a cui viene abbinato un gradevole benvenuto di tonno crudo con mele. Ci portano anche del notevole pane di diverse tipologie e deliziosi grissini assieme ad una "puccia" di olio siciliano e burro al sale affumicato.
L'antipasto denominato semplicemente "cozze" è composto dai molluschi ripieni di mozzarella di bufala soavemente fritti e adagiati su un caviale di melanzane con a lato un leggero pesto di basilico. Decisamente molto buono. A seguire abbiamo "pasta con fave e scampi, uno sformatino di pasta mischiata (tre tipi) condita con crema di fave e avvolta da lamelle di scampi cotte al calore del piatto. Molto piacevole alla vista e di buon sapore anche se avrei preferito la pasta più al dente, ma questa è un'opinione personale.
Con il secondo si passa a "spigola pescata all'amo con vellutata di finocchi, verdurine e granita al Pernod. La spigola è sontuosa, di cottura esemplare, la pelle croccante e saporita, sferzata dal contrappunto aromatico del finocchio e della granita. Belle e buone le verdurine. Per me il top della serata.
Esaurito con professionalità il suo compito il Baron de L cede il posto ad un gewurztraminer "Lunare" 2005 della cantina di Terlano ,
che accompagnerà con i suoi aromi marcati, ma estremamente equilibrati, l'ottimo secondo.
La caratteristica del menù è anche nella essenzialità dei titoli. Il dessert ad esempio si chiama semplicemente "il Babà" Omaggio della napoletanità dello chef Agostino Iacobucci, questo babà, che ci dicono lievitato tre volte,è di una morbidezza incredibile, ben bagnato e accompagnato da composte di frutti rossi. Notevole.
Concludiamo la serata con rum Caroni 1982 e 1992. Squisita la piccola pasticceria offerta e buono il caffè.
Il locale è decisamente di alto livello, il servizio attento e mai invadente. Abbiamo trascorso una serata rilassata e appagante.
Non sono particolarmente affezionato alla guida Michelin, che giudico troppo povera di informazioni e alle sue stelle, ma in questo caso il riconoscimento mi sembra ben assegnato. Prezzi cari soprattutto nei vini, ma purtroppo abbastanza in linea con quelli praticati in città. Conto finale 470€. Grazie Franco e alla prossima.

Altre recensioni per "I Portici - Hotel"

Condividi la tua esperienza

Raccontarci le tue personali esperienze è fondamentale per permetterci di conoscerti sempre di più ed offrirti consigli su misura per te. ilmangione non è più un'esperienza statica, ma una potente Intelligenza Artificiale che impara a conoscerti partendo da quello che ti piace.