Decidiamo io e mia moglie, essendo in gita a Stres...

Recensione di del 09/04/2011

Osteria del Sass

59 € Prezzo
7 Cucina
8 Ambiente
5 Servizio
Rapporto qualità/prezzo: Scarso
Prezzo per persona bevande incluse: 59 €

Recensione

Decidiamo io e mia moglie, essendo in gita a Stresa, di provare questo ristorante recensito da varie guide. Il locale è molto bello ed in una posizione stupenda. Bel panorama e di fronte ha il faro dedicato ai caduti.
Il tavolo a noi riservato si trovava, sfortunatamente e dirò poi perchè, in terrazza.
Una volta visto il menu optiamo per la degustazione di acqua e di terra con una bottiglia di rosè senza lode e senza infamia (Scalabrone). I piatti portati saranno a discrezione dello chef quindi li scopriremo solo quando verranno portati. Nel frattempo ci verrà offerto un aperitivo a base di Prosecco, niente di particolare. Nonostante il locale non fosse pieno, dopo ben 30 minuti di attesa arrivano i due antipasti: "terrina di lago, croccante di mais, finta maionese e uva sultanina" e "moscardini in umido di pomodoro S. Marzano e zafferano, aspic di verdura". I piatti si presentano molto bene, fatti a regola d'arte ma le porzioni sono davvero minime e al gusto non mi hanno impressionato molto, pietanze buone ma non eccezionali.

Come primo ci è stato preparato del "riso carnaroli allo zafferano, bacon croccante al prezzemolo e yogurt". Devo ripetermi alla vista tutto perfetto ma al gusto niente di particolare.
Nel frattempo essendo in terrazza e vista la temperatura elevata il nostro tavolo è stato preso d'assalto da ogni tipo di insetti. Cosa che ci ha infastidito molto.

Passiamo ai secondi. Ci viene presentato un "filetto di maialino, semi di papavero, mela annurca all’acqua di rose". In questo caso il matrimonio tra il maialino e semi di papavero risultava essere ottimo, peccato per le mele che ha mio gusto mal si sposavano con il filetto. Comunque il piatto migliore della serata.

Arriviamo ai dolci. Ci viene presentato un mix di dolci tra cui spiccava, cosa che non avrei mai detto, la torta di zucchine ed anche la mousse di cioccolata con le mandorle. Sinceramente mi aspettavo qualcosa di più dalla cucina, non tanto dalla qualità dei cibi, ma dai gusti presentati. Il conto si attestava su 59 euro a persona. Sinceramente ci sono posti dove si mangia meglio e dulcis in fundo si spende meno.

Condividi la tua esperienza

Raccontarci le tue personali esperienze è fondamentale per permetterci di conoscerti sempre di più ed offrirti consigli su misura per te. ilmangione non è più un'esperienza statica, ma una potente Intelligenza Artificiale che impara a conoscerti partendo da quello che ti piace.