Opto per la prenotazione via mail per la quale ric...

Recensione di del 05/11/2010

Cascina Caremma

35 € Prezzo
5 Cucina
6 Ambiente
6 Servizio
Rapporto qualità/prezzo: Negativo
Prezzo per persona bevande incluse: 35 €

Recensione

Opto per la prenotazione via mail per la quale ricevo entro la giornata la conferma ed il giorno prima della cena un remind via sms sul cellulare. Arriviamo seguendo le indicazioni che ci hanno fornito via mail ed alla fine della via ci troviamo davanti ad una strada sterrata.
Chiamiamo il locale e ci confermano che dobbiamo percorrerla e solo alla fine c'è il cartello "Cascina Caremma" che forse dovrebbe essere esposto all'inizio dello sterrato e non alla fine.
Parcheggiamo al di fuori della struttura ed entriamo percorrendo il vialetto di ghiaia.
Arriviamo alle 20:30 ed all'entrata c'è un gruppo di persone che attende.
Dopo un paio di minuti arrivano i camerieri che, con la lista alla mano delle prenotazioni, fanno accomodare i clienti.
Noi ci accomodiamo nella piccola saletta a sinistra ma ce ne sono altre due più grandi (una sulla destra e l'altra sopra).
La saletta è molto accogliente con le travi a vista i tavoli ben apparecchiati con tovaglia piatti e tovaglioli bianchi, una piccola composizione di margherite e due bicchieri. In un sacchetto di carta c'è il pane di due tipi diversi tagliato a fette che è fresco e molto croccante.
Sul tavolo c'è un piattino con tre fette di coppa e tre di salame, un piattino con due porzioni di tortino di riso, due di una torta salata, una porzione di patè di fegato e un assaggio di lardo pestato e aromatizzato.
Arriva il cameriere per la scelta del vino e optiamo per un Barbera Cabanon Oltrepò Pavese del 2009, che non è niente di che, e una bottiglia di acqua demineralizzata.
Il menu è fisso e quindi mentre aspettiamo le altre portate e assaggiamo quello che è già a disposizione sul tavolo.
Arrivano due mezzi peperoni ripieni e passati al forno, tre mini crocchette di patate con fonduta di formaggio e cotechino a fette con fagioli (che è l'unico antipasto veramente apprezzato).
Tutto abbastanza freddino.
Come primo arriva il riso con verze e salamella, al dente ma senza sapore nonostante gli ingredienti dovrebbero dare vigore e sapidità e dei pizzoccheri riscaldati che sono troppo duri e con il formaggio rappreso.
Come secondo arrivano tre costine al forno con polenta e due fette di anatra con cipolline e prugne.
Per finire due fette di torta (tipo caprese) con crema chantilly e due biscotti al cioccolato e frutta secca con panna.
Ordiniamo il caffè e ci spostiamo nella saletta dove eravamo all'entrata per pagare.
Aspettiamo il conto (che viene preparato in un'altra stanza) e paghiamo 28 euro a persona più 13 euro per la bottiglia di vino.
Servizio estremamente lento (due ore e mezza per la nostra cena).
Le pietanze sembravano riscaldate e qualità del cibo era mediocre.
Ogni piatto aveva tre pezzi e le porzioni son state "magre", ma da dividere in due erano veramente scarse.

Condividi la tua esperienza

Raccontarci le tue personali esperienze è fondamentale per permetterci di conoscerti sempre di più ed offrirti consigli su misura per te. ilmangione non è più un'esperienza statica, ma una potente Intelligenza Artificiale che impara a conoscerti partendo da quello che ti piace.