Con qualche amico si decide di recarsi a Bergamo p...

Recensione di del 24/02/2008

Ol Giopì e La Margì

35 € Prezzo
7 Cucina
8 Ambiente
7 Servizio
Rapporto qualità/prezzo: Normale
Prezzo per persona bevande incluse: 35 €

Recensione

Con qualche amico si decide di recarsi a Bergamo per una giornata dedicata al gioco, ospiti di un'associazione ludica bergamasca. Ne approfitto per suggerire un pranzo in un ristorante tipico della città orobica. La scelta, grazie al consiglio di un cliente del mio ufficio,di origine bergamasca, cade su "Ol giopì e la Margì".

Il ristorante, sito in Bergamo bassa è facilmente raggiungibile poichè si trova su una via di largo traffico. Abbastanza semplice trovare parcheggio lungo la strada, causa giorno festivo (in alternativa si piazza l'auto in una vietta vicino proprio sotto la caserma della Finanza).
Entriamo nel locale.

Il primo impatto è subito positivo. Siamo accolti cortesemente dal personale, vestito con abiti tradizionali bergamaschi, che ci accompagna nella saletta più lontana. L'ambiente è davvero gradevole, il soffitto è a volta di mattoni a vista, l'arredamento è abbastanza sobrio, ma conferisce al posto un aspetto decisamente accogliente, sicuramente di mio gusto.

Decidiamo per il menu di assaggi (a cui leveremo i secondi, causa decisione di non appesantirci troppo per la giornata). Il vino bianco è già in fresco a fianco del tavolo. Vengono serviti gli antipasti.

Si comincia con dei quadratini di polenta con acciughe, delicati e molto buoni, formaggio a pezzettini con peperoni verdi e "busecca", stranamente leggera e gradita pure da me che di solito la evito. Si prosegue con degli involtini di verze ripieni di cotechino, fetta di salame cotto con sopra la polenta (questi ultimi due antipasti davvero gustosi sono stati i miei preferiti) e tagliata di salumi un pò poveri in varietà ma comunque buoni.
Ci fermiamo qualche minuto, giusto il tempo di scegliere come proseguire visto che il menù di assaggi non è prefissato, ma si può decidere cosa farsi portare.
Optiamo per un tris di primi.

Si parte coi tipici casoncelli bergamaschi al burro e salvia, ripieni di carne di maiale e con l'aggiunta di pancetta e si prosegue col risotto al Valcalepio con salsiccia e fagioli. Quest'ultimo piatto è quello che più di tutti mi ha deliziato, il sapore dolciastro della salsiccia si amalgama alla perfezione coi fagioli. Non è ovviamente leggerissimo, ma è evidente che a Bergamo hanno una decisa predilezione per il maiale, cosa che va incontro ai miei gusti. Ultimo piatto del tris di primi sono le foiade ai funghi porcini, una specie di lasagna tagliata a pezzetti, discreta ma decisamente al di sotto dei piatti che l'hanno preceduta.

Il tutto bagnato dal Valcalepio, rosso tipico non troppo corposo, ma dal sapore caratteristico che incontra il mio favore.

A malincuore saltiamo i secondi in quanto siamo già pieni, anche se le porzioni erano equilibrate e passiamo ai dolci. Ci viene portato il carrello con una discreta scelta anche se abbastanza standard. C'è la torta alle carote, quella di mele (da me scelta, non eccezionale), il salame dolce, e altre tre o quattro scelte che si possono trovare tranquillamente in ogni ristorante.

Concludiamo con caffè per 4 e amaro per 2, chiaccheriamo altri 10 minuti dopo di che ci alziamo e paghiamo il conto.
210€ scontati per 6 persone per un prezzo medio di 35€ a testa.

Giudizio finale senza dubbio positivo, il locale è proprio bellino, il servizio discreto (i bicchieri del vino non vengono mai lasciati vuoiti) e il cibo di buona qualità, ben rappresentativo della cucina bergamasca fatta di ingredienti poveri, ma qui ben utilizzati. Prezzo tutto sommato nella media; consigliabile per chi passa da Bergamo e magari non ha tempo ho voglia di fermarsi nella Bergamo Alta.

Condividi la tua esperienza

Raccontarci le tue personali esperienze è fondamentale per permetterci di conoscerti sempre di più ed offrirti consigli su misura per te. ilmangione non è più un'esperienza statica, ma una potente Intelligenza Artificiale che impara a conoscerti partendo da quello che ti piace.