Decidiamo di andare a cena in questo locale comple...

Recensione di del 17/10/2007

Ol Giopì e La Margì

98 € Prezzo
5 Cucina
9 Ambiente
8 Servizio
Rapporto qualità/prezzo: Buono
Prezzo per persona bevande incluse: 98 €

Recensione

Decidiamo di andare a cena in questo locale completamente alla cieca: nessuna recensione da parte degli amici, nessun conoscente che sappia dove si trova, nessun passaparola; solo spinti dalla curiosità e da un sito internet trovato per caso ma veramente ben fatto.
Il personale del ristorante al telefono ci spiega con infinita cortesia la strada e sono precisissimi! Non si lamentano neppure del fatto che arriviamo in ritardo di una buona mezz'ora (causa mia "imbranatezza" con le strade cittadine)le cameriere sono in costume tradizionale bergamasco e ci fanno accomodare subito in un bel tavolo ampio e accogliente in una sala ricavata in maniera stupenda sotto una volta di mattoni da sogno con pietre VERE alle pareti (e non paccottaglie moderne che simulano l'antico)e bei pavimenti.

Mi accorgo subito del corrello dei formaggi messo in bella mostra in mezzo ai tavoli vicino a quello dei dolci che viene fatto rimbalzare di tavolo in tavolo per la scelta dei commensali.

Ci portano subito un paio di stuzzichini e un bicchiere di vino bianco come aperitivo, non di altissima qualità, e (ahimè) un solo menu.

Niente lista dei vini, sto per chiederla e già ci arrivano gli antipasti ma resto un poco perplesso visto che non avevamo ordinato nulla; chiedo alla cortesissima e simpatica cameriera e ci viene spiegato benissimo la formula del locale:
menu guidato da 40 euro ma alla carta che ci permette di scegliere tra un solo antipasto (quello che ci è arrivato) un 56 primi e altrettanti secondi più un altro numero di portate che però sono extra menù e vengono pagate a parte; se non vuoi mangiare tutto la portata a cui rinunci ti verrà scalata dal conto senza alcun probblema. Bene: "Pancia mia fatti capanna!"

Antipasto composto da salame bergamasco e polenta gialla, entrambi buoni, da testina e pancetta, discreti, da una giardiniera che non lascia il segno e da una ciotolina di foiolo abbastanza buono.

Come primo piatto scegliamo entrambi un risottino al formaggio con noci e pere ma purtroppo il riso è un po troppo al dente e i sapori non sono stati assorbiti a dovere, un po di delusione tanto che non lo terminiamo.

Per i secondi decidiamo di prendere un solo guanciale al forno con funghi e polenta, buono ma con poca "grinta" e una porzione di formaggi misti della bergamasca serviti con mostarde e marmellate a scelta (io pèrendo quella di cipolle: molto buona) che si rivela con alti e bassi: lo strachintunt non lo sopporto proprio.

Rinunciamo al dolce anche se la presentazione del carrello meriterebbe almeno un assaggio ma decliniamo su caffè e grappa.

Conto finale come da promessa:
2 menù da €40 al quale vengono detratti i soldi di un secondo e aggiunti i vari elementi che erano chiaramente fuori "contratto" come il vino la grappa e i formaggi; Nota piacevole l'acqua minerale gratuita!

Nel complesso posso dire che abbiamo passato una piacevole serata in un posto veramente bello e caldo con una cucina non porprio da ricordare, forse più per la povertà delle ricette e dei vini (la terra bergamasca non è famosa per le materie prime e il vino) che vogliono rispecchiare la tradizione orobica che purtroppo è un po' povera.
Credo però che ci tornerò in futuro.

Condividi la tua esperienza

Raccontarci le tue personali esperienze è fondamentale per permetterci di conoscerti sempre di più ed offrirti consigli su misura per te. ilmangione non è più un'esperienza statica, ma una potente Intelligenza Artificiale che impara a conoscerti partendo da quello che ti piace.