Il ristorante "Da Nicola", sul lungomare alla peri...

Recensione di del 27/03/2005

Da Nicola

30 € Prezzo
10 Cucina
8 Ambiente
10 Servizio
Rapporto qualità/prezzo: Ottimo
Prezzo per persona bevande incluse: 30 €

Recensione

Il ristorante "Da Nicola", sul lungomare alla periferia di Torre a Mare, si presenta con una ampia sala rettangolare decentemente arredata ed una vasta terrazza sul mare, dove si può piacevolmente cenare nelle calde serate estive.

Con queste premesse, è evidente che il locale non può che offrire una cucina "di mare", ma con la doverosa precisazione che si tratta di una cucina non soltanto genuina, che utilizza cioè pesce e crostacei appena pescati e frutti di mare "sicuri", ma anche orientata a far gustare i sapori di ormai quasi dimenticate ricette delle nostre bisnonne (soprattutto per merito dell'anziana, ma sempre in forma madre del proprietario).

Non lasciatevi tentare troppo dai numerosi antipasti che il proprietario o i suoi fratelli, con un veloce servizio, vi mettono davanti a tutto spiano: frutti di mare crudi e cotti, insalate di mare, bruschette, varie conserve sott'olio, olive pugliesi all'acquas olive dolci nere fritte, verdure crude, panzerottini bollenti ripieni di mozzarella filante, alicette fritte, cozze gratinate o fritte, e così via.

Bisogna infatti serbare sufficiente "spazio" per assaggiare alcuni primi piatti di tutto rilievo, come i cavatieddi con cime di rapa, la tiella (una particolare preparazione al forno con riso, patate e cozze che ricorda, in versione povera, la "paella`` spagnola), gli spaghetti o i tagliolini o i risotti con svariati condimenti di mare, l'ottima purea di fave e cicorie, la fantastica zuppa di ceci neri non sempre presente in menu e da prenotare in anticipo.

Tra i secondi, tutti eccellenti sia per l'assoluta freschezza del pesce che per le sapienti preparazioni dello stesso al forno, all'acquacotta o alla griglia va segnalato in particolare, il polpo con patate: una sorta di polpo (verace di scoglio) "alla Luciana", cotto a fuoco lentissimo nel suo stesso brodo con pochi aromi e con patate intere, che alla fine diventano più buone e gustose dello stesso polpo!

Se si avesse ancora appetito si possono provare i saporiti formaggi delta Murgia, per poi chiudere (o, volendo, ricominciare con qualche altro secondo) con le crudità in pinzimonio (sedano, finocchio, carote, etc.).

Il carrello dei dolci non è molto ricco, ma vale la pena di assaggiare la crostata di frutta (prelibata, quando c'è, quella ai frutti di bosco).

Buon assortimento di vini locali e regionali, discreti i nazionali; buone le grappe.

Il prezzo è medio-alto: da 30 euro in su, in rapporto al tipo di pesce e al vino, ma spesi volentieri.

Condividi la tua esperienza

Raccontarci le tue personali esperienze è fondamentale per permetterci di conoscerti sempre di più ed offrirti consigli su misura per te. ilmangione non è più un'esperienza statica, ma una potente Intelligenza Artificiale che impara a conoscerti partendo da quello che ti piace.