Siamo in quattro e decidiamo per una cena non trop...

Recensione di del 19/09/2009

L'Arco del Re

32 € Prezzo
8 Cucina
8 Ambiente
8 Servizio
Rapporto qualità/prezzo: Buono
Prezzo per persona bevande incluse: 32 €

Recensione

Siamo in quattro e decidiamo per una cena non troppo impegnativa e quindi sciegliamo questa "Enoteca con Cucina" che, tra l'altro, è in una zona abbastanza comoda da raggiungere e con ampia possibilità di parcheggio (e se dopo cena volete vedervi un bel film è proprio di fronte ad un Blockbuster).
Il locale è in stile rustico-moderno: volte in mattoni, tavoli in legno come i mobili, pavimento in cotto ed alle pareti fa bella mostra un mix di suppellettili rustiche e quadri moderni.
I tavoli sono apparecchiati con tovagliette in stoffa rustica, tovaglioli in cotone, posate d'acciaio e bicchieri in cristallo che vengono cambiati in funzione della tipologia dei vini scielti.
Appena arriviamo siamo accolti dal proprietario che ci fa subito accomodare in un tavolo sul fondo del locale in posizione tranquilla che ci permetterà per tutta la cena una discreta privacy. I tavoli sono comunque ben distanziati tra loro.
Dopo poco ci vengono portati i menu e la lista dei vini, mentre un giovane e simpatico cameriere porta il pane (bianco,nero e grissini, il tutto molto buono) e chiede il tipo di acqua desiderato.
Il menu è da enoteca: pochi piatti, con molta attenzione al prodotto base ed alla provenienza. Su prenotazione si possono gustare anche altre specialità tipo aragosta alla catalana, tartufi in stagione, ecc.
Facciamo le nostre scelte.

Due tubetti di pasta di grano saraceno conditi tipo pizzoccheri: molto buoni ed abbondanti.
Due plin al formaggio fuso con profumo di tartufo: piatto non abbondante ma di gusto.

Per i secondi si decide per le seguenti portate.
Un pesciolini fritti: nella classica confezione di carta oleata una bella quantità di pesce fritto in modo leggero e gustoso.
Due parmigiana di melanzane, molto gustosa ed apprezzata dalle signore.
Un assaggio di cinque formaggi: serviti con composta di frutta e cipolle rosse di Tropea, tutti di ottimo gusto e ben assortiti.

Per finire un bunet all'amaretto (molto gustoso) ed una bisciola alla grappa, particolare e apprezzata e con due caffè.
Essendo il punto di forza del locale la cantina, abbiamo accompagnato la cena prima con un Lacrima di Morro d'Alba marchigiano di 13°, profumato e ben strutturato, poi con un Terre di Franciacorta Della cantina Barone Pizzini, più corposo e asciutto. Una bottiglia di acqua naturale ha avuto scarso interesse dai commensali.
Alla fine il conto totale è stato di 127,5 €.
Commento: sicuramente è un locale apprezzabile, con menu variabili secondo stagione, adatto a cene informali dove gustare pochi piatti ma ben curati e degustare ottimi vini e spiriti di qualità.

Condividi la tua esperienza

Raccontarci le tue personali esperienze è fondamentale per permetterci di conoscerti sempre di più ed offrirti consigli su misura per te. ilmangione non è più un'esperienza statica, ma una potente Intelligenza Artificiale che impara a conoscerti partendo da quello che ti piace.