Il ristorante Covalou si trova all'interno di un p...

Recensione di del 08/04/2012

Covalou

30 € Prezzo
8 Cucina
6 Ambiente
6 Servizio
Rapporto qualità/prezzo: Buono
Prezzo per persona bevande incluse: 30 €

Recensione

Il ristorante Covalou si trova all'interno di un piccolo residence/villaggio sulla strada che da Chatillon porta verso Cervinia, a circa cinque chilometri dall'uscita dell'autostrada Saint Vincent-Chatillon. Il ristorante è molto ben segnalato e visibile dalla strada, una piccola salita porta ad un parcheggio (un po' stretto per la verità, quando è pieno c'è qualche difficoltà di manovra), dove si apre questo caratteristico luogo con casette in pietra. Il ristorante si trova nel primo edificio ed è comunque indipendente rispetto al residence. All'esterno, su una terrazza, ci sono dei tavoli per il pranzo estivo e un piccolo parco giochi per i bambini. Appena superata la porta d'ingresso ti ritrovi direttamente nella sala ristorante. Molto piccola, con sei/sette tavoli per un totale di circa trenta persone, ma al piano inferiore c'è un'altra sala con analoghi posti. L'ambiente è molto accogliente, tipico da montagna con muri di sasso, travi a vista, attrezzi da lavoro alle pareti, un grande camino, oggi in disuso, destinato ad accogliere un cesto di fiori secchi. I tavoli sono apparecchiati in modo semplice ma accurato: tovaglie arancioni e bianche, bicchieri colorati molto originali. Su un bancone in bellavista una discreta selezione di vini prevalentemente regionali. Per il pranzo di Pasqua siamo in cinque ed essendo il locale piccolo abbiamo prenotato. Nel giro di un'oretta il ristorante si riempie completamente. Ci accompagnano al tavolo e ci portano subito del pane: bianco, integrale e dei grissini fatti a mano con semi di sesamo. Arrivano i menù. C'è un menù tipico della valle d'Aosta che prevede quattro antipasti, tra cui lardo e castagne, salumi tipici, quattro primi e quattro secondi, accompagnati dalla consueta polenta ed un menù con piatti più tradizionali anche se di sapore montanaro. Decidiamo di spaziare tra la cucina valdostana e quella più tradizionale. Ordiniamo gli antipasti: una insalatina di carciofi con scaglie di grana (porzione abbondante, ben condita), un tagliere valdostano (affettati misti del posto, lardo e castagne al miele)e tre involtini di speck e fontina con salsa di zucchine. Direi delle buone porzioni con sapori ben equilibrati. Non prendiamo vino, ma soltanto acqua minerale (alla fine tre bottiglie da litro). Arrivano i primi: due crespelle alla valdostana (con prosciutto cotto, fontina e funghi), un piatto di tagliatelle al ragù di cervo, uno di tagliatelle ai funghi porcini e una fonduta valdostana. Piatti molto abbondanti, le tagliatelle erano fresche, le mie ricche di funghi anche se un po' asciutte.
I nostri ragazzi decidono di fermarsi per lasciare posto al dolce. Io e mio marito, incautamente, prendiamo due filettini di maiale alla senape con insalata mista e verdure grigliate. Dico incautamente perchè dimenticavo, in montagna non può mancare la polenta: ed ecco che arrivano i filettini, tenerissimi, interno rosato, coperti da una delicatissima salsa a base di latte e senape e una bella porzione di polenta! Io sono una "buona forchetta", ma assicuro di aver faticato a terminare il piatto. Anche i contorni che abbiamo ordinato erano ben fatti, non è usuale, ad esempio, quando si ordina una insalata mista che sia "mista" davvero come in questo caso: pomodori, insalata, finocchi, peperone, carote. Io e mio marito ci limitiamo al caffè mentre i ragazzi prendono crepes alla nutella, accompagnata da panna montata!
Il servizio è stato veloce e accurato: l'unico appunto che mi sento di poter fare riguarda il fatto che, essendo il locale piccolo, la cucina era sulla sala e la porta, per facilitare il passaggio, era aperta: sicuramente significa che non hanno nulla da nascondere, ma in alcuni momenti l'odore di griglia e di aglio in sala era un po' fastidioso! Nel complesso tuttavia, il giudizio è positivo: torneremo questa estate per pranzare all'aperto!

Condividi la tua esperienza

Raccontarci le tue personali esperienze è fondamentale per permetterci di conoscerti sempre di più ed offrirti consigli su misura per te. ilmangione non è più un'esperienza statica, ma una potente Intelligenza Artificiale che impara a conoscerti partendo da quello che ti piace.