Come seconda tappa della nostra vacanza alassina s...

Recensione di del 23/08/2007

Casa del Priore

65 € Prezzo
8 Cucina
9 Ambiente
8 Servizio
Rapporto qualità/prezzo: Normale
Prezzo per persona bevande incluse: 65 €

Recensione

Come seconda tappa della nostra vacanza alassina scegliamo di visitare questo rinomato ristorante (che al piano terra è anche brasserie) dell’entroterra ligure. Per raggiungerlo da Andora, si prosegue in direzione dell’autostrada dei fiori, sino a giungere ad una svolta a destra in via Castello, segnalata da ottime indicazioni, per poi proseguire in una stradina irta e con tornanti stretti, che rafforza quelle sensazioni di mistero e curiosità tipiche della prima visita. Lasciata l’automobile nel parcheggio dedicato, si giunge lungo una scalinata di fronte al locale, un bellissimo convento sapientemente ristrutturato e valorizzato con ingegnosi giochi di luce, di grande e piacevole impatto architettonico. Al piano terra vi è un’area dedicata al dopocena con piano bar, mentre l’ingresso del ristorante è qualche metro più avanti; si sale al primo piano e si entra in una sala di raffinato gusto, tavoli e sedie ben distanziati, musica soffusa, muratura a vista.

Ad accoglierci il patron Angelo, che ci conduce al tavolo, uno dei migliori a mio avviso, nei pressi del caminetto in fondo alla sala. Ci viene fornita la carta, visibile anche all’ingresso al piano terreno: la scelta ricade su due menu degustazione (60 €) comprensivi di tre antipasti, un primo, un secondo, dessert a scelta, caffè e coperto.

Scegliamo come vino mezza bottiglia di Roero Arneis 2006 Anterisio, Cascina Chicco Tritti (10 €) ed acqua frizzante San Bernardo (3 €).
Come entrée è servita, in un bicchierino di vetro, una caprese con primo sale e pomodorino Pachino abbinata ad un flûte di prosecco. Ottimo il primo sale, un delicato equilibrio. Un cenno di merito al coperto, composto da ottimo pane alle olive, alle mandorle, tradizionale e da numerosi grissini aromatizzati, di produzione artigianale. Ne chiederemo il bis.
I tre antipasti sono serviti contemporaneamente in grandi piatti triangolari dagli angoli smussati; avrei preferito un piatto diverso per ogni antipasto, l’idea comunque è funzionale e data la tipologia delle portate non si creano particolari problemi. Nei tre vertici si trovano un’insalatina tiepida di crostacei, del polipo caldo con verdurine e dei calamaretti scottati con pomodorini e rucola. Pomodorini Pachino (di cui sono ghiotto) quindi sempre presenti, qualità del pescato ottima, nessuna sbavatura, dai crostacei sgusciati ai calamaretti scottati in piastra, sino a giungere all’aragosta.

Il primo è costituito da fagottini di pesce su passata di mare e vongole; nel ragù principalmente gamberi e vongole, buona la pasta, delicatissimo il ripieno, ottima porzione.

Come secondo filetto di branzino di lenza allo zafferano e verdure fornite: ottima cottura, buono il pesce, nonostante la salsa allo zafferano su cui è adagiato il filetto sia solo un impercettibile profumo.

Come dessert scegliamo la “degustazione nella degustazione”, un trittico di golosità concretizzate in fiordilatte con frutti di bosco, semifreddo al pompelmo rosa e mousse di cioccolato su passata di fragole. Fiordilatte superbo, sorbetto al pompelmo discreto e mousse un po’ fuori equilibrio tra cioccolato fondente e passata di fragole eccessivamente dolci e liquide.

Caffè e piccola pasticceria, per concludere una cena a standard qualitativi elevati e caratterizzata da tante piccole attenzioni.

La scelta del menu degustazione è decisamente conveniente e la consiglio vivamente, relazionando anche i prezzi della carta. Abbiamo scambiato due chiacchiere con il patron a fine cena che, appena intravisto il nostro interesse, si è rivelato cordiale e disponibile. Citando la guida Michelin, potrebbe a mio parere meritare le tre forchette e coltello (due le attuali) per il comfort e la raffinatezza dell’ambiente. Un luogo ideale per una cena di coppia e galante.

Condividi la tua esperienza

Raccontarci le tue personali esperienze è fondamentale per permetterci di conoscerti sempre di più ed offrirti consigli su misura per te. ilmangione non è più un'esperienza statica, ma una potente Intelligenza Artificiale che impara a conoscerti partendo da quello che ti piace.