Proseguendo l'apprendistato con la cucina pugliese...

Recensione di del 27/07/2011

Masseria Macurano

20 € Prezzo
6 Cucina
7 Ambiente
6 Servizio
Rapporto qualità/prezzo: Scarso
Prezzo per persona bevande incluse: 20 €

Recensione

Proseguendo l'apprendistato con la cucina pugliese, ieri sera abbiamo dedicato le nostre attenzioni familiari alla Masseria Macurano, già indicata nella Guida del "Gommista" e di fresca nomina all'interno del ben più ampio sito de "ilmangione.it". Non facile da raggiungere, la Masseria si trova in frazione Macurano del comune di Alessano, la scarsità di indicazioni e la consunta e sbiadita insegna della Masseria non agevolano certo il compito di raggiungerla. La Masseria gode di un parcheggio interno alla cinta muraria ove è comodo parcheggiare l'autovettura, fatto qualche passo a piedi si entra nella vecchia struttura della Masseria, dove in un cortile interno sono allestiti in maniera sobria una serie di tavoli.
Tovaglie a quadretti e sedie di vimini completano un bell'affresco agreste.
Unico neo, le posate all'interno del sacchettino di carta stile fast food e il tovagliolo di carta di dimensioni ridottissime.
Appena seduti, ci vengono portate due bottigie d'acqua, una gasata e una naturale dentro a bottiglie di plastica e ci viene chiesto se avessimo gradito del vino bianco, rosso o rosato, il tutto compreso nel prezzo fisso delle portate.
Avendo due bambini con noi, chiediamo la possibilità di avere della Coca Cola o dell'aranciata, per tutta risposta ci viene indicato un distributore automatico all'ingresso del locale(!). Agriturismo tecnologico potrebbe essere la prossima frontiera della ristorazione?

Comunque, rinnegate le bevande zuccherate per i bambini, abbiamo optato per un non meglio identificato rosso, dopo alcuni minuti inizia il valzer delle portate degli antipasti (assolutamente il meglio di quanto assaggiato), con delle pittole alle erbe (pasta di pane con rosmarino fritta) buonissime e roventi, proseguendo con un piatto misto con delle polpette di melanzane e formaggio (eccezionali), una zucchina ripiena (così-così), pizza pugliese con piselli, funghi e formaggio, peperonata bianca con pangrattato, melanzane spadellate al pomodoro.
Sono state servite in tempi rapidissimi anche: melanzane alla parmigiana, pitta di patate con cipolle, tonno e pasta di olive (particolarmente gradita) e anche del purè di fave con della cicoria cotta e crostini di pane fritto.
Ci fossimo fermati a questo punto della cena, sicuramente il nostro voto di gradimento sarebbe stato molto alto, dato che le materie prime usate e la qualità della preparazione, pur essendo casalinga, sono risultati essere molto apprezzati.

Invece, come primo piatto ci viene proposto il localmente famoso "ciceri e tria" di cui, non conoscendolo, non abbiamo apprezzato il gusto.
Il piatto è composto da tagliatelle di semola fritte in olio e delle tagliatelle di semola fresche cotte in acqua bollente, unite insieme in un'unico piatto con un contorno di ceci fatti lessare per lungo tempo, con aggiunta di pepe. Io personalmente non ho gradito molto la durezza dei ceci, avrebbero dovuto essere decisamente più morbidi e anche il sapore "biscottato" della tria fritta.
Per i bambini ci è stato anche proposto un molto più semplice orecchiette al pomodoro, particolarmente piaciuto.

Come secondo ci sono stati portati dei bocconcini di vitello in spezzatino (discreto) e degli spiedini di carne con salsiccia, per nulla saporiti.
Come controno una scodella di insalata verde e pomodoro.
Come dolce e frutta ci vengono offerti del gelato industriale e dell'anguria, noi optiamo compatti per l'anguria, molto matura e fresca.

L'offerta del menu a prezzo fisso per adulti è normalmente di 25 euro bevande comprese (acqua e vino), per il resto occorre rivolgersi al distributore automatico. Contando che a cena avevamo anche due bambini, il cui prezzo del menu è di 15 euro, abbiamo in totale speso 80 euro per una media di 20 euro a testa. Ci sono piaciuti della cena: l'ambiente caratteristico, la serata temperata e stellata e tutti gli antipasti. Non ci è piaciuto: il primo degli adulti, gli spiedini e il vociare con i rimbrotti del titolare ai dipendenti provenienti dalla cucina.

Condividi la tua esperienza

Raccontarci le tue personali esperienze è fondamentale per permetterci di conoscerti sempre di più ed offrirti consigli su misura per te. ilmangione non è più un'esperienza statica, ma una potente Intelligenza Artificiale che impara a conoscerti partendo da quello che ti piace.