Questo ristorante cinese si trova su uno dei lungo...

Recensione di del 06/09/2011

Nuova Cina

13 € Prezzo
9 Cucina
8 Ambiente
9 Servizio
Rapporto qualità/prezzo: Buono
Prezzo per persona bevande incluse: 13 €

Recensione

Questo ristorante cinese si trova su uno dei lungofiumi della città, ha un ampio marciapiede davanti mentre per quanto riguarda il parcheggio risulta un po' difficoltoso durante il giorno - parcheggi liberi spesso pieni - ma certo più agevole la sera quando le "linee blu" non sono più a pagamento.

Varcata la porta, dal chiasso della città si entra in un ambiente più tranquillo, ricercato ma che fa sentire a proprio agio, merito senz'altro del personale sempre molto cordiale e presente senza invadere. Tre le sale con molti tavolini, da due a una decina e più di posti a sedere ciascuno, mi è capitato di venirci a cena con le sale quasi piene ma ho trovato ugualmente posto pur senza prenotare (la capienza supera sicuramente le 100 persone). Due sale sono comunicanti tra loro, una terza è di fronte all'ingresso. Gli arredi sono forse un po' pesanti ma in stile cinese, con tappezzerie in stoffa e con bassorilievi in legno intagliato, acquari a vista e musica soffusa a completare il quadro. Oltre alle classiche bacchette di legno sui tavoli sono sistemate un buon numero di posate e il riso è servito anche con il cucchiaio di portata.

Il menu, molto vario, prevede tutti i piatti classici cinesi senza tentativi di proporre cucina italiana o di altri paesi come purtroppo qualche ristorante cinese fa, quindi spazio alle fritture, ai piatti alla piastra, pollo, vitello, gamberi e gamberoni, risi, spaghetti di riso e di soia, tagliatelle alla piastra (molto simili alle nostre tagliatelle).
A inizio pasto a tutti viene offerto un bicchiere di saké con corbezzolo, mentre le salse sono già sul tavolo. I piatti fritti non sono esageratamente unti ma quando viene servito un piatto alla piastra a un cliente il profumo e lo sfrigolio si sentono in tutta la sala.

Essendo un pranzo io ho voluto andare sul classico di involtini primavera, ravioli al vapore, riso alla cantonese e torta cinese al tè verde.
Ottimi gli involtini, due per porzione, croccanti e caldi al punto giusto con le verdure ben distinguibili; buoni i ravioli al vapore anche se forse un po' troppo saporiti e veramente buono e abbondante il riso, per nulla unto. La torta cinese al tè verde è una chicca in alternativa a quella classica alla nocciola, buona e delicata.
Chi era con me ha provato gli involtini di gambero, più piccoli degli involtini primavera ma ugualmente buoni, e un secondo a base di bocconcini di pollo al curry molto invitanti.
Il caffé è stata l'unica occidentalizzazione.
Noi abbiamo bevuto acqua ma sono disponibili anche le classiche birre cinesi e il vino.

Il servizio è stato davvero veloce, la sera quando c'è più gente si attende un po' di più tra una portata e l'altra ma sempre con velocità e cortesia. Un'occhiata ai bagni cerco sempre di darla: normali, puliti, ampi il giusto. Il ristorante effettua anche servizio take-away e anche a pranzo c'era gente che ritirava i pacchettini prenotati al telefono.

Condividi la tua esperienza

Raccontarci le tue personali esperienze è fondamentale per permetterci di conoscerti sempre di più ed offrirti consigli su misura per te. ilmangione non è più un'esperienza statica, ma una potente Intelligenza Artificiale che impara a conoscerti partendo da quello che ti piace.