Arriviamo con un leggero anticipo rispetto all'ora...

Recensione di del 03/01/2009

Il Palma

105 € Prezzo
10 Cucina
8 Ambiente
8 Servizio
Rapporto qualità/prezzo: Ottimo
Prezzo per persona bevande incluse: 105 €

Recensione

Arriviamo con un leggero anticipo rispetto all'orario di prenotazione, le 20. Ci viene chiesto di aspettare (fuori) fino all'orario di apertura, fuori è abbastanza freddo, avremmo preferito fare anticamera, comunque approfittiamo per dare un'ultima occhiata alle vetrine di Alassio.
Arrivato l'orario di apertura, veniamo fatti accomodare in un comodo salottino, dove scegliamo il menu e i vini. Ci sono due menu degustazione, uno "goloso", che interpreta i sapori del territorio, e uno "gourmet", nei cui piatti lo chef mette note più personali, legate a sue esperienze, sensazioni, ricordi. Decidiamo di provarli entrambi, io opto per il primo, la mia compagna per il secondo.

Il locale è elegante e tranquillo, poltroncine comode, tavola apparecchiata con estro. Ci viene servito del pane in varie declinazioni, il più notevole è sicuramente quello alla cipolla e lavanda, un abbinamento che ritroverò poi in un piatto, e che è molto affascinante e rievoca potentemente le atmosfere della vicina Provenza.

Iniziamo con una serie di piccoli antipasti comuni, ricordo con particolare interesse l'abbinamento marron glacé/bottarga (con yoghurt agli agrumi, robiola e olio all'arancio), e quello del king crab su letto di cipolla e aroma di lavanda.
Di qui si susseguono una serie di creazioni veramente divertenti, citiamo quelle che ci ricordiamo meglio, e che ci hanno maggiormente colpito.

Lepre "liquida" con brioche alla marmellata di albicocche.
Veramente inconsueta la presentazione del prodotto centrifugato, in tazza, con la brioche da inzuppare. Buono e divertente.

Prugne ripiene di foie gras con salsa al tabacco.
Ottima commistione di sapori, in cui le diverse tonalità si fondono mantenendo personalità. Servita in un barattolo ermetico, che in Liguria si chiama "arbanella" per chi non lo sapesse.

Testaroli al pesto.
Il miglior pesto che abbia probabilmente mai assaggiato, e lo dice uno che è cresciuto in Liguria. Eccezionale, senza mezze misure.

Baccalà con salsiccia, patate e fagioli cannellini.
Piatto goloso, molto ben presentato (in "arbanella" anche questo), ottimo.

Finocchio brasato al Pernod e capasanta con riduzione alla Coca Cola.
Veramente originale, come si può immaginare; nel complesso abbastanza evocativo e interessante. Ssicuramente sperimentale, ma ha incontrato il nostro gusto senza difficoltà.

Gamberi in leggera frittura su tortino al limone e salsa delle crepe suzette.
Accostamento anche in questo caso non banale, ma molto ben riuscito, ottimo.

Torrone liquido con mini krapfen caldo.
Golosissimo ed evocativo di antichi sapori "da spiaggia", i banchetti dei croccanti, i krapfen caldi...

Tris di assaggi di dessert, tra cui spiccava il gelato di panettone e il divertentissimo "schioppettino", un sacchettino di yoghurt con salsa alla fragola, aperto sul fondo, da far "scoppiare" in bocca aspirandone il contenuto.
Beviamo dell'ottimo Pigato "U Baccan" della Bruna, che scivola leggerissimo ed elegante, incurante dei suoi 13,5% vol., tra note di rosa appassita e arancia candita.
Menu Goloso 60 €; Menu Gourmet 90 €; vino 60 €.

Condividi la tua esperienza

Raccontarci le tue personali esperienze è fondamentale per permetterci di conoscerti sempre di più ed offrirti consigli su misura per te. ilmangione non è più un'esperienza statica, ma una potente Intelligenza Artificiale che impara a conoscerti partendo da quello che ti piace.