Data recensione
04/11/2017
Cucina
9
Ambiente
8
Servizio
7

Chirashi e filetto all'Amarone: volendo, si può.

Al Cristo recensito da

Rapporto qualità/prezzo: Normale
Prezzo per persona bevande incluse: 55 €
Recensione
  • Condividi su

Trascorriamo un fine settimana a Verona, a trovare nostra figlia che da poco più di un mese ci è venuta a frequentare l’ Università. Ovviamente la presenza dei genitori è un’ ottima occasione per lo shopping pomeridiano e per una cena che riscatti una lunga sere di “miseri” pasti da studentessa fuori sede.

Capitiamo nella suggestiva Piazzetta Pescheria e decidiamo di provare questo locale: naturalmente la stagione non consente più di cenare all’esterno e veniamo fatti accomodare ad un comodo tavolo all’interno. L’ambiente è abbastanza sobrio, molto luminoso, tovagliato candido e pareti pastello. La proposta gastronomica è curiosamente articolata: prevalgono i piatti di pesce ma non manca qualche proposta di terra della tradizione locale; poi una sezione di cucina giapponese e ancora, più che altro giocando a fare il “bar a tapas”, una discreta proposta di specialità spagnole.

Tutto questo rende un po’ più laboriosa del solito la scelta dal menù. Alla fine mia moglie ed io optiamo entrambi per gli stessi piatti: spaghettini con gamberi siciliani e lime e, a seguire, baccalà alla veronese con polenta bianca. Nostra figlia, invece, si esibisce in un’ardita contaminazione gastronomica: sceglie un piatto giapponese ( il chirashi ) e poi un filetto di manzo all’amarone! La cosa non sconcerta comunque più di tanto la signora che raccoglie le nostre ordinazioni. Da bere scelgo dalla carta (che è vastissima) un Sauvignon della cantina Nals Margreid, molto profumato e ricco di aromaticità.

I piatti non ci deludono: la pasta è cotta alla perfezione, delicata, e ne esce esaltato il sapore dei gamberi; il baccalà, ridotto in piccole scaglie, quasi mantecato, è servito su un letto di polenta abbastanza morbida ed il sapore è, anche in questo caso, delicato. L’uso di aglio e cipolla senza eccessi garantirà anche una digestione senza triboli!

Per il chirashi di mia figlia mi limito alla descrizione. Il patto è bello: su un vassoio di ceramica una elegante ciotola piena a metà di riso, ricoperto dai filetti di pesce crudo e, all’intorno, fettine di avocado e di mela. A parte, la ciotolina con la salsa di soia ed una guarnitura di rapanelli e scagliette di zenzero fresco. La giovinotta apprezza! Apprezza pure il filetto all’amarone del quale mi concede un assaggio: buona la carne e buona la preparazione.

Passiamo ai dessert: tiramisù al bicchiere per i genitori, eccezionalmente buono, ed un tortino ai due cioccolati per mia figlia, questo non memorabile. Per finire tre caffè, spendendo complessivamente 165,00 euro. Piacevole serata, buoni piatti in un locale elegante e tranquillo, servizio attento e professionale, forse un po’ freddo e distaccato.



Mappa

Al Cristo

Piazzetta Pescheria, 6

37121 Verona (VR)