Data recensione
29/01/2018
Cucina
6
Ambiente
6
Servizio
6

Chi si contenta gode

Michelin recensito da

Rapporto qualità/prezzo: Normale
Prezzo per persona bevande incluse: 39 €
Recensione
  • Condividi su

Michelin è un ultra-classico ristorante di Tregnago, piccolo paese della provincia di Verona.

Michelin dove credo di essere stato l'ultima volta 25/30 anni fa.

E dove, stimolato favorevolmente da un mio collega, erano mesi che volevo tornarci.

La leggenda narra di enormi difficoltà per trovare posto se non si prenota almeno una settimana; sempre la leggenda tramanda che la quantità di cibo servita, possa sfiancare anche i grandi mangiatori. Il tutto ovviamente senza spendere chissà cosa.

E, sicuramente, un fondo (cospicuo) di verità c'è; e la leggenda non è campata in aria.

Certamente, e qui anticipo le conclusioni finali, bisogna venirci con le giuste attese e: ricordare il titolo.

Anyway, in quattro ci siamo seduti ad uno dei numerosi tavoli disposti su più piani e più sale: Michelin ha l'ingresso al piano terra ed una struttura e divisione sullo stile di una normale casa, grande.

Numerosi camerieri si alternano nel servizio; rapido e tutto sommato preciso.

Passo fondamentale è la scelta tra Antipasti, Primi e Secondi; dando quasi per scontato il dolce.

Scelta che determina anche il prezzo; che da quanto ho capito oscilla tra i 25 e i 32 euro, vini esclusi.

Sempre consigliato dall'amico di cui sopra, ho optato per l'assaggio seriale di antipasti e di primi.

Rassicurato/avvisato dal cameriere addetto alle ordinazioni, ma non solo, che avrei avuto il mio bel da fare per assaggiarli tutti.

Premesso inoltre che il bis era quasi garantito.

E in effetti salumi; sottoli e sottaceti vari; piccole tartine e frittelline varie; gnocco fritto con prosciutto crudo; melanzane et similia sono piovute sul nostro tavolo. Mediamente gradite senza, giustamente, poter gridare al miracolo.

E, ad un solo cenno di intesa con una graziosa cameriera, una nuova generosa quantità di antipasti, in particolare gnocco e prosciutto, si è depositata sul nostro tavolo.

Due bottiglie di Prosecco Foss Marai, fresco e onesto e definito dal nostro cameriere " il migliore ", hanno accompagnato la prima parte della nostra simpatica cena.

A seguire ed in accompagnamento ai primi, una bottiglia di "Carmenere" di Inama. Un gran bel rosso del territorio che ho gradito molto anche questa volta. Un vino che "dal basso" della mia esperienza enologica, ritengo abbia un buon rapporto Q/P (almeno fino a quando non lo scopriranno i russi/cinesi che per il momento si focalizzano su Valpolicella e Amarone) e un grande potenziale di miglioramento invecchiando.

Poi sono arrivati i primi; tra i quali ricordo il "Risotto bresaola e pistacchio" e le "Tagliatelle al mirtillo con salsiccia dolce e tartufo". Originali le Tagliatelle e entrambi in linea con tutto il resto.

Ormai un po' "appesantiti", abbiamo pensato di assaggiare qualche briciola di dessert, per poi finire la nostra lunga chiacchierata sui massimi sistemi.

Conto di 39 euro a testa; con Q/P normale; in particolare riferendosi alla quantità.

Cena comunque gradevole in un Ristorante di lunga fama e grande successo di pubblico.

Foto della recensione


Mappa

Michelin

P.zza Massalongo, 20

37121 Tregnago (VR)