Data recensione
09/12/2017
Cucina
9
Ambiente
8
Servizio
8

I concetti che vanno oltre

daGorini recensito da

Rapporto qualità/prezzo: Normale
Prezzo per persona bevande incluse: 54 €
Recensione
  • Condividi su

L’alta Romagna è apprezzabile anche per sembianze naturalistiche, colpi d'occhio verdeggianti, reminescenze monumentali, località termali e di corroboranti indirizzi di ristoro.

Gianluca Gorini, giovane e promettente Chef, che si è forgiato lavorando in contesti ristorativi anche di elevato profilo, in sintonia con la sua compagna Sara, hanno scelto questi luoghi della Romagna, più precisamente San Piero in Bagno che conoscono da quando erano bambini, per accasarsi con il loro Ristorante conferendoci il nome di famiglia “daGorini”, come un tempo venivano chiamati i locali destinati alla ristorazione, con l’intento di creare una dimora confidenziale e accogliente.

Nel recente passato, i locali erano occupati dal Gambero Rosso, storico ristorante della zona. Nel mese di settembre 2017, Gorini ne prende possesso e provvede a ristrutturarlo senza snaturare le basilari caratteristiche, creando un ambiente minimalista relativamente moderno, razionale, illuminato senza eccessi ma che dona un’atmosfera calda e ospitale. E’ previsto anche un ristretto spazio, con qualche gioco, riservato ai bambini per svagarsi, a ridosso della cantina completamente a vista, nella quale è opportuno non farli entrare.

I tavoli sono disposti in tre ambienti comunicanti, abbastanza distanziati; la mise in place non prevede tovaglia con bicchieri e posate adeguati al tono del locale. Il tutto con una capacità atta a ricevere di 35/40 ospiti.

Il precetto culinario.

La lista delle vivande conta 4 portate per tipologia (antipasti, primi, secondi e dessert).

Le scelte possono essere alla carta (costo da 10 a 18€ a portata), oppure sono previsti 2 menù degustazione di 4 portate (€40), volendo vini in abbinamento (€15), altrimenti 7 portate (€68 )vini in abbinamento (€30). Il tutto scegliendo a proprio piacimento dalla lista delle vivande, che prevede una cucina classica, innovativa e fantasiosa, senza eccessi o azzardi, di pesce, carne con particolare attenzione ai prodotti del territorio.

Le nostre opzioni.

Menù degustazione, 4 portate a nostra scelta, uguali per 2 persone selezionate dal menù generale al costo di €40, senza vino in abbinamento. Dalla carta dei vini, che comprende circa 70 referenze bianchi e rossi, prevalentemente nazionali con una decina di francesi, abbiamo scelto dell’Azienda Cà Rugate (veneto), una bottiglia di Valpolicella Ripasso Superiore 2015, Vol. 14,50% , €26. Il Ripasso è una pratica tradizionale che comporta dopo la pigiatura delle uve appassite, la rifermentazione delle vinacce su un vino d’annata. Prodotto di buon profilo enologico, che trovava anche buon accostamento ai piatti scelti.

Apertura, vari piacevoli e graditi stuzzichini. Offerti.

“Antipasto. Battuta di manzo, cacio, pepe e birra scura. Si inizia sublimando piacevolmente il palato.

“Primo. Risotto al formaggio di fossa, macis e aceto tradizionale di Modena. Un risotto carnaroli cotto al dente in cui si esaltavano le sue proprietà di amido; la mantecatura con il formaggio di fossa faceva riconoscere la su saporita caratteristica; il macis (mallo/guscio di noce moscata), rilasciava note prudentemente piccantine; l’aceto tradizionale fungeva da gradevole mitigatore saporifero. Anche con questo piatto, le papille gustative ringraziavano.

“Secondo. Agnello bianco IGP alla brace, ginepro e timo cedrino. La naturale bontà delle carni di questo Agnello IGP del centro Italia e la calibrata cottura eseguita, tributavano una sontuosa delizia alla masticazione.

“Dessert. Zuppa inglese “da Gorini”. Una rivisitazione alla Gorini di questo classico dolce, avendo cura di mantenere gl’ingredienti base, ma capovolgendone la presentazione. Risultato: degustandola, proiettiamo la nostra lungimirante golosità, verso orizzonti moderatamente inesplorati. Comunque benaccetta.

A seguire, alcune dolcezze, offerte.

Conclusione.

Gianluca Gorini, è persona affabile che si concede in sala alla clientela raccontandosi e raccontando le sue proposte culinarie. Il personale addetto al servizio, guidato da Sara, sono puntuali e disponibili a qualsiasi esigenza o particolar richiesta degli avventori.

Indubbiamente, nell’insieme, ne consiglio una visita.

DonAttilio

Foto della recensione


Mappa

daGorini

Via Giuseppe Verdi, 5

47021 San Piero In Bagno (FC)