Data recensione
25/12/2018
Cucina
8
Ambiente
6
Servizio
6

Bene la Cucina... servizio migliorabile

Osteria Nuova del Pilastrino recensito da

Rapporto qualità/prezzo: Normale
Prezzo per persona bevande incluse: 50 €
Recensione
  • Condividi su

Preambolo.

La località dove è ubicata l’Osteria Nuova del Pilastrino, nei pressi di Monte San Pietro, dal 2014 rientra nei cinque comuni dell’Unione Valli del Reno, Lavino e Samoggia. In alcune di queste zone si produce o si coltivano, il vino Doc-Docg dei colli bolognesi; la Mortadella Igp; il Tartufo; Funghi e le Castagne.

Pertanto, prodotti che hanno una grande valenza nell’ambito eno-gastronomico e della ristorazione. Per cui, anche nelle proposte del menù dell’Osteria Nuova, trovano ampia collocazione nei vari piatti.

Un Natale a tavola con parenti.

Ritorniamo all’Osteria Nuova dopo un mesetto, in occasione del Natale.

Non essendo stato predisposto un menù natalizio, all’unanimità decidiamo di orientare le nostre scelte all’indirizzo della tradizione bolognese.

Nell’attesa, ci vengono offerte alcune varietà di “frittatine”. Gradite, sapori nella norma per tipologia.

“Tortellini in brodo di Cappone. Un Tortellino che presentava una sfoglia abbastanza spessa (c’è chi la preferisce sottile), come piace a me; un ripieno gustoso e compatto con la sfoglia; discreto il brodo.

Li definisco tortellini, nell’insieme , benaccetti. (€ 12)

“Lasagne verdi della tradizione. Una Lasagna guarnita nei vari strati con ragù poco unto e besciamella, che tributavano un risultato di morbidezza avvolgente (di mio gradimento)al palato. (€ 10)

“Gran Bollito Misto alla Bolognese. Comprendeva: testina di vitello; lingua; zampone ( in questo caso si trattava di cotechino , riconoscibile dall’involucro di budello, non della zampa anteriore del maiale); fiocco(era indicato, ma nel piatto c’erano alcune costolette di manzo, invece del quarto anteriore che segue la punta del petto …. cosiddetto “fiocco”), accompagnato da purè e salsa verde di verdure. Comunque, un bollito che ho gradito in particolar modo la “testina di vitello e la “lingua”. (€ 20)

“ Sfogliata con crema e gocce di cioccolato. Un dessert accettabile, al gusto, senza “voli pindarici del palato”. (€ 5)

Abbiamo bevuto una bottiglia di Merlot ,D.o.c. Colli Bolognesi, Rocca di Bonacciara della Tenuta Bonzara, 2012, Vol. 14,50%. Un buon vino, rosso rubino, profumo fruttato e tostato (barriques 12 mesi), sapore morbido con finale persistente. (€ 27)

Conclusione.

I piatti scelti da noi, nell’insieme si possono considerare convincenti.

L’ambiente è predisposto con tavoli ravvicinati.

L’accoglienza e il congedo reggerebbero una maggiore attenzione rivolta all’ospite.

I tempi d’attesa ? sono “longilinei” tempi d’attesa, da una portata all’altra.

Tralasciando le mie 3 considerazioni di mezzo, una visita la consiglio.

DonAttilio

Foto della recensione


Mappa

Osteria Nuova del Pilastrino

Via Lavino, 449

40050 Monte San Pietro (BO)