Data recensione
26/10/2018
Cucina
5
Ambiente
6
Servizio
6

Indefinito

MI - Cucina di confine recensito da

Rapporto qualità/prezzo: Normale
Prezzo per persona bevande incluse: 16 €
Recensione
  • Condividi su

Abitando in zona era un po’ che volevo provare questo locale che propone una cucina di confine, evocativa di piatti e posti esotici ai confini dell’Asia. Purtroppo in pratica si tratta dell’ennesimo locale cino/italiano che propone una cucina basica cinese con qualche contaminazione giapponese e italiana.

Vengono proposti anche dei percorsi degustazione decisamente pretenziosi. Non trovando nulla di particolarmente stuzzicante e nuovo alla carta ripieghiamo in due menù pranzo dal prezzo troppo vantaggioso, che poi si riflette nella sostanza dei piatti.

Uno, quindici euro, consisteva in una coppia di simil temaki fatti con un cono di pasta brisee fritta che copriva il gusto del pesce all’interno a seguire un riso saltato con verdure in pratica una variante del riso cantonese porzionato anche scarso.

L’altro, dodici euro, insieme al riso alle verdure proponeva un insalata di gamberi con mais ed alghe decisamente il piatto più riuscito.

Volevamo provare un dolce ma anche qui una delusione, arriva il solito vassoio con le proposte di pasticceria probabilmente di Knam già visto in altri locali simili, dolci buoni ma tutti a base di creme al burro che a pranzo sono dei piccoli mattoni per la digestione.

Una piccola nota sul menù cartaceo che arriva macchiato un po’ sgualcito e tutto segnato a penna, una cosa improponibile per un locale che vuole darsi un tono, forse i clienti del pranzo sono di serie B?

Conto con acqua e caffè trentadue euro almeno abbiamo speso poco. Concludendo un posto che si presenta bene alla teoria ma al lato pratico rimane indefinito, una pausa pranzo da minimo sindacale, noi difficilmente ci torneremo.

Foto della recensione


Mappa

MI - Cucina di confine

Viale Cassiodoro Aurelio Magno

20145 Milano (MI)