Data recensione
11/11/2017
Cucina
9
Ambiente
9
Servizio
8

Museo gourmet

Enrico Bartolini Mudec recensito da

Rapporto qualità/prezzo: Normale
Prezzo per persona bevande incluse: 129 €
Recensione
  • Condividi su

Andiamo al Mudec e per una volta non al museo, ma nel ristorante di uno dei più giovani e talentuosi chef italiani, tanto da guadagnarsi nel 2016 quattro stelle Michelin nei suoi tre ristoranti tra Lombardia e Toscana, quello di Milano è la sua ammiraglia per cui aspettative altissime. Il locale al terzo piano del complesso è sobriamente moderno con grandi tavoli rotondi ben spaziati.

Il servizio è garantito a pranzo da quattro persone due giovani camerieri ancora un pò acerbi, il sommelier ed il maitre. La carta è decisamente interessante, non avendo mai provato la cucina dello chef optiamo per due menù degustazione "Be Classic" dove vengono riproposti tutti i piatti che hanno reso famosa la cucina di Bartolini. La degustazione prevede cinque portate pricipali più amuse bouche e piccola pasticceria che viene ulteriormente integrato da un secondo antipasto ed un pre dessert.

Ci fa molto piacere che ci venga concessa una variazione per il secondo non di nostro gradimento. La mano dello chef si nota già dalla varietà e dalla complessità dell'omaggio dalla cucina che prevede diversi assaggi a partire da finte olive ripiene di campari, da mangiare in un sol boccone, seguono una melanzana moderna, delle finte morchelle, dei fagottini ripieni di zucca e castagne e altri con sfoglia alla cipolla ripieni di foie gras tutto molto buono e particolare.

Ci servono, un primo antipasto fuori menù, una crema di patate con zabaione capperi e uova di salmone, buonissimo con un interessante accostamento dolce/salato, arriva il vero antipasto alici in incontro tra saôr e carpione con un ostrica in accompagnamento il piatto meno riuscito del menù, non incontrava il gusto di mia moglie e nulla aveva a che vedere con il saôr classico, le alici marinate hanno un gusto particolare che non piace a tutti, sarebbe meglio specificare nel menù come sono fatte, o almeno al momento dell'ordinazione farlo notare, fatto sta che mia moglie l'ha appena assaggiato, e non è stata proposta nessuna sostituzione, ma chiaramente è un gusto personale, a me è piaciuto molto buona anche l'ostrica. Arrivano in sequenza i due primi: bottoni di olio e lime con polpo e sugo di caciucco piatto buono, complesso decisamente ben riuscito, decisamente la portata migliore del menù e il classicissimo risotto alle rape rosse e gorgonzola, presente in carta da dodici anni, buono ma non indimenticabile, anche perché è un piatto abbastanza semplice.

Anche i secondi pur utilizzando materie prime di altissima qualità non ci hanno impressionato. Scolastico il piccione. con i grissini bolliti accompagneto dalla salsa fatta con i suoi fegatini, un po' caotico il manzo "Marango" con il pomodoro San Marzano ripieno di piedino, buonissima la carne ma troppi gusti non legati nel piatto.

Con i dolci torniamo ad alti livelli molto bello il "dado" di predessert buonissima la crema bruciata con ciliegie meringhe e mirtilli ghiacciati, buono anche il tiramisù scomposto servito a mia moglie che allergica non ha potuto gustare la crema. Concludiamo con un tripudio di piccola pasticceria servita con i caffè buonissima e ricercata.

Conto con servizio acqua, un calice di pinot nero e due caffè, duecento cinquantotto euro, onesto per la tipologia di pasto e posto. Concludendo esperienza positiva sicuramente da ripetere, un paio di note stonate, dovute più al gusto personale che alle preparazioni. Consigliato

Foto della recensione


Mappa

Enrico Bartolini Mudec

Via Tortona 56

20144 Milano (MI)