Data recensione
08/07/2017
Cucina
5
Ambiente
7
Servizio
6

Delusione

Al Gambero recensito da

Rapporto qualità/prezzo: Scarso
Prezzo per persona bevande incluse: 54 €
Recensione
  • Condividi su

Dopo anni ed anni ed anni, decidiamo di tornare a cena al ristorante “Al Gambero”. Invogliati, tra le altre cose, da un grazioso e colorato dehor posto all’inizio della banchina del porto, alla Marina.

Noi siamo in sei, quattro adulti più due pargole e la serata è calda e piacevole. Le premesse per godersi una bella cena all'aperto nel loro dehor ci sono tutte. Ci accomodiamo.

Innanzitutto le due bimbe e da bere. Per loro ordiniamo una porzione di Fritto di soli calamari da dividersi. Porzione sufficiente per le nostre ragazze, buono.

Da bere, oltre ad un paio di bottiglie di acqua, una “bolla” per i nostri amici, un Valdo Marca Oro Valdobbiadene Prosecco superiore D.O.C.G. più che discreto e per noi un Tebaldo Marche I.G.P. Bianco dell’Azienda Agricola Ciù Ciù, un buon vino del 2016. Entrambi riveleranno un ottimo rapporto qualità/prezzo.

Cestino del pane discreto, molto buoni i grissini, credo artigianali.

Noi adulti cominciamo con lo stesso antipasto, la Fantasia di mare, una sorta di riepilogo degli antipasti di pesce proposti nel loro menù. Le aspettative sono alte e non solo quelle considerato il prezzo (20 euro).

Questo particolare, tra l’altro, si ripresenterà spesso e volentieri nelle mie osservazioni. La carta, infatti, sembra importante da tutti i punti di vista e fa presupporre al cliente un certo tipo di risultato. Ma torniamo ai nostri antipasti.

Ad ognuno di noi viene servito un grande piatto che comprende una mezza dozzina circa di piccoli assaggi di pesce, si passa dal carpaccio di salmone al polpo e patate, tanto per ricordarne alcuni, ma con un risultato, nel loro complesso, mediocre. Considerate le premesse ci aspettavamo soprattutto una qualità ed una presentazione differenti. Oltre al piatto composto, ci viene servita anche una piccola terrina con rana pescatrice su di un letto di spinaci e, se ricordo bene, speck. Stesso discorso.

Proseguiamo con un secondo giro di piatti. Io scelgo le Linguine alla pescatora, una sorta di spaghetto allo scoglio, leggermente rossastro, cottura al dente, abbondante e saporito, forse, il piatto migliore della serata. Peccato solo per le vongole non perfettamente pulite, particolare mai piacevole che non permette di apprezzare a pieno un piatto altrimenti ben fatto.

I miei amici scelgono, invece, un secondo. Un Pesce spadellato con olive taggiasche e pomodoro fresco ed un Pesce massaggiato con sale grosso con olive e pinoli. Entrambi i piatti discreti, porzioni sufficienti, ma anche in questo caso nulla che giustifichi un prezzo simile.

Mia moglie ha scelto i Gamberoni al Cognac che, purtroppo, tardano ad arrivare. Si lo so, può capitare, ma quando capita è sempre un peccato perché non c’è cosa peggiore che mangiare vicino a qualcuno che sta a guardare. Gamberoni discreti, ma che vanno ad allinearsi perfettamente alle considerazioni fatte in precedenza.

Decidiamo di saltare i dolci, ordinare solo un paio di caffè e chiedere il conto. La spesa complessiva è pari a 235 euro con questo dettaglio: sei coperti 9 euro; due bottiglie di acqua naturale 3 euro e poi una di frizzante 1 euro (boh!); il Valdobbiadene 22 euro ed il Tebaldo 13 euro a conferma, questo va detto, di un notevole rapporto Q/P; il fritto di calamari diviso dalle bimbe 18 euro; quattro fantasie di mare 80 euro; le linguine 15 euro; il pesce spadello 25 euro; il pesce massaggiato 25 euro; i gamberoni 21 euro e due caffè 3 euro.

Se non consideriamo le due pargole (che hanno mangiato poco o niente) superiamo i 50 euro pro capite, cifra che, a mio personalissimo parere, non va assolutamente d’accordo con quanto mangiato, soprattutto per quel che riguarda la qualità dei piatti proposti. Sia ben chiaro che non sto discutendo il valore assoluto della spesa che, in un menù di pesce, ci può anche stare, ma mi sarei aspettato un’offerta, nel suo complesso, di livello superiore. Discorso a parte per la loro cantina che, invece, ho trovato interessante.

Io sono il primo ad essere deluso per come è andata la nostra cena perchè ero senza dubbio il più entusiasta all'idea di tornare in questo locale. Un vero peccato.

Un saluto da Jerry a tutti i Mangioni!



Mappa

Al Gambero

Via Scarincio, 16

18100 Imperia (IM)