Data recensione
06/08/2018
Cucina
7
Ambiente
8
Servizio
8

Nel centro storico cucina di pesce interpretato con qualche piatto della tradizione

20 Tre recensito da

Rapporto qualità/prezzo: Normale
Prezzo per persona bevande incluse: 58 €
Recensione
  • Condividi su

Appena all'interno dei carrugi della città vecchia, vicinissima alla centrale Piazza de Ferrari.

Locale diviso in tre sale in sequenza, separate da passaggi sotto arcate: la prima caratterizzata da tavoli in cristallo rotondi sorretti da tronchi d'albero, la seconda caratterizzata da un da grandi scaffalature il legno con bottiglie di vino, infine l'ultima raccolta con pochi posti. Tutto all'insegna di un arredamento elegante e moderno.

Menù contenuto con 4 antipasti, 5 primi, 5 secondi e 5 dessert oltre a qualche piatto fuori carta.

Piatti distribuiti tra mare e terra con leggera prevalenza dedicata al pesce.

In generale ricerca di materie prime elaborate con una certa innovazione nell'accostamento degli ingredienti e qualche richiamo alla tradizione come ad esempio le Lasagnette di Castagna al pesto.

Per rendere l'idea cito qualche proposta, alcune particolari, altre più semplici:

- Fiore d'uovo, crema di ceci, sbrisolona salata e cipolla agra

- Funghi porcini impanati e fritti

- Taglierino al nero di seppia, pachino, cipolla, petali di baccalà, mandorla e basilico.

- Calamari spadellati al rosmarino con carote e crema di fagioli borlotti

- Filetto di vitello, salsa al vino rosso e patate alla ghiotta….

Nella circostanza abbiamo privilegiato i piatti fuori carta con una ceviche di ricciola marinata ben condita fresca e armoniosa nel gusto.

Un risotto scampi e finferli, con poca personalità, non convincente.

Acciughe, consigliate come freschissime, impanate e fritte, decisamente buone ma se la materia prima è valida basta stare attenti alla cottura tempi e calore dell'olio.

Ho assaggiato poi il secondo di un compagno di tavola, dei calamari di piccole dimensioni con zucchine in due consistenze, crema e a rondelle, che non aggiungevano molto all'ingrediente base che era comunque delizioso per freschezza e tempo di cottura.

Nell'attesa delle portate c'è stato servito un benvenuto consistente in un bignè ripieno di ricotta agli agrumi, decisamente gradito.

Carta dei vini non enciclopedica ma interessante con qualche casa vinicola di nicchia dalla quale abbiamo scelto due bottiglie di un vino delle Cinque Terre, Begasti. Per la verità con la seconda bottiglia volevamo passare ad un altro della stessa zona ma dell'azienda agricola Possa che è un po' più strutturato, ma sfortunatamente al momento non ne avevano in fresco.

Conto finale, con un leggero arrotondamento, 58 euro a testa in quattro persone così distribuiti:

Coperti 10

5 piatti fuori carta 90 (media 18 euro)

ceviche 16

2 calamari 32

4 dessert 28

2 acque 7

2 bottiglie di vino 58

In conclusione un bel locale, accogliente con un ambiente gradevole e servizio volenteroso e cucina da capire un po' meglio con qualche altro passaggio su piatti articolati. Nel complesso sono convinto di ritornare.

Foto della recensione


Mappa

20 Tre

Via David Chiossone, 20

16123 Genova (GE)