Data recensione
03/01/2019
Cucina
8
Ambiente
7
Servizio
7

Alle Volte... si ritorna

Antica Osteria delle Volte recensito da

Rapporto qualità/prezzo: Buono
Prezzo per persona bevande incluse: 35 €
Recensione
  • Condividi su

Questo primo pomeriggio a Ferrara lo dedichiamo a gironzolare per il centro cittadino. A vedere la mostra dedicata a Courbet andremo domattina. Venuta l’ora di cenare, passiamo davanti a questo locale dove abbiamo trascorso la sera del 31 dicembre di parecchi anni fa, in occasione di un soggiorno precedente in città: ricordo che ci trovammo bene, ed allora entriamo.

Il locale è rimasto com'era, forse è cambiata la gestione ma non ne siamo sicuri. L’ambiente interno è arredato modernamente ed è molto luminoso, offrendo un contrasto evidente con l’atmosfera medievale della caratteristica via sulla quale si affaccia e da cui prende il nome.

Decidiamo di cenare scegliendo piatti tipici della tradizione locale, e quindi cominciamo con l’ordinare cappelletti in brodo di cappone e pasticcio ferrarese: la proprietaria ci fa presente che per il pasticcio occorre attendere almeno una ventina di minuti, ed allora per ingannare l’attesa ci facciamo portare un tagliere di salumi da dividere.

Il tagliere è abbondante e vario, con un buon prosciutto crudo, due tipi di salame tra cui la stupenda “zia” all'aglio e pancetta arrotolata; il tutto è accompagnato da un cestino di pinzini caldi ed una ciotola di cipolline in agrodolce. Decisamente buono e, affamati come siamo non avendo pranzato, tutto sparisce in un amen.

A questo punto i primi sono pronti. Io mi gusto i cappelletti, fatti in casa con l’involucro di pasta piuttosto spesso e consistente, il ripieno saporito, così come il brodo. Il pasticcio, che mangia mia moglie e che non avevamo mai assaggiato in precedenza, è particolare: dolce la frolla, che contrasta con il ripieno di maccheroncini, funghi e tartufo. A noi è piaciuto.

Potremmo considerarci sazi, ma per non tradire il programma ci concediamo anche la salama da sugo e cotechino con purè di patate. Sapore molto intenso e tipico quello della salama, che a mia moglie che lo ha provato per la prima volta è risultato un poco indigesto. A me piace; questa era buona, e comunque come si fa a venire a Ferrara e non mangiarla?

Il dolce proprio non ci sta, e finiamo con due caffè. La pecca del locale sta nella carta dei vini, talmente povera che la direi praticamente inesistente: ci siamo fatti portare una bottiglia di Sangiovese del Rubicone, proposto come vino della casa, bevibile ma modesto. Il servizio è stato premuroso ed efficiente, gestito dalla proprietaria coadiuvata da una giovane cameriera. Conto onesto di 70 euro.

Foto della recensione


Mappa

Antica Osteria delle Volte

Via delle Volte, 37/A

44100 Ferrara (FE)