Data recensione
19/08/2018
Cucina
6
Ambiente
6
Servizio
6

Pesce povero "arricchito"

Trattoria da Maria recensito da

Rapporto qualità/prezzo: Scarso
Prezzo per persona bevande incluse: 40 €
Recensione
  • Condividi su

Ristorante segnalato sull’unica guida cartacea che consulto, con buone premesse.

Premesse mantenute da un punto di vista di soddisfazione culinaria; un po’ meno dal punto di vista del Q/P.

Il Ristorante da Maria si trova a Fano; punto intermedio della mia prima tappa vacanziera Nord-Sud-Nord.

Prima tappa che da Verona mi ha portato a Pescara.

Ristorante segnalato anche per la caratteristica di accettare le prenotazioni sub-judice. Nel senso che la conferma viene data il giorno stesso se il “pescato” è sufficente.

Ho così chiamato per la conferma mentre ero già in viaggio; e con una certa “sofferenza” mi è stato detto,dalla peraltro gentile proprietaria, che “qualcosa” c’era.

Ormai in ballo, ho continuato a ballare; e mi sono seduto ad uno dei tavoli di questa Trattoria gestita da madre e figlia. Da sole in questo mezzogiorno domenicale di agosto.

Menu, come anticipato, fisso.

Partenza con:

Misticanza e bruschettine: simpatico inizio con il pane piuttosto buono e di mio gradimento condito con un buon olio.

Polentina e canocchie.

Materia prima, come tutti gli altri pesci proposti, buona.

Con un buon connubio tra polenta(molta) e canocchie(pochine); e buon accostamento con la misticanza, bella croccante e fresca.

Sogliole al vapore e canocchie. Devo dire che le sogliole non le ordino mai; però queste per fortuna sono arrivate da sole. Molto buone.

Normali, come le precedenti, le canocchie. Che devono essere state pescate in quantità; visto che si trovavano anche nella successiva zuppa.

Zuppa che ha rappresentato il secondo piatto.

Zuppa con, oltre alle canocchie,delle ali di razza, vongole e triglia.

Non male; ma non indimenticabile.

E a questo punto, con mio lieve disappunto, il “qualcosa” pescato era finito.

In compenso una casalinga simil torta paradiso, in porzione abbondante, si è materializzata sul nostro tavolo. Discreta.

Originale finale con la “Moretta” (dei marinai). Un caffè arricchito da Rum, Cognac(se non ho capito male) e Anice Stellato. Originale,ripeto.

A tutto pasto un Bianchello del produttore Mariotti Cesare. Classico vino del territorio; fresco, di prontissima beva.

Nel complesso un pranzo anche soddisfacente; ovviamente accettando la trafila di conferma e accettando il menu fisso.

Cosa che mi va benissimo; però 40 euro portano ad un rapporto Q/P scarso. Visto anche che il pesce proposto, soprattutto le ali di razza, era normale/cheap. E che le portate vere, alla fine sono state tre; con la polpa di canocchie piuttosto scarsa rispetto alla polenta: vedi foto.

Inoltre, il vino era fresco ma... normalissimo.

E infine, Fano rientra in una zona felice dal punto di vista dei prezzi.

Però lo dico con molta circospezione perché se continua ad avere successo da molto tempo, forse sono io che ho imbroccato la giornata storta.

A conferma di questo, la coppia seduta ad un tavolo vicino, e si capiva che erano clienti abituali, erano soddisfatissimi; con lei che sembrava Meg Ryan nella famosa scena del film “Harry ti presento Sally” ogniqualvolta arrivava un piatto in tavola; per la verità... anche all’arrivo dell’acqua minerale.

Quindi in conclusione ?

Buoni gusti in tavola; servizio gentile; conto un po’ alto.

Veritiera la guida che segnala 40/45 euro.

Da ricordarsi che il pagamento è previsto solo in contanti.

Foto della recensione


Mappa

Trattoria da Maria

Via IV Novembre, 86

61032 Fano (PU)