Data recensione
21/05/2011
Cucina
8
Ambiente
7
Servizio
10

Dopo che un mio collega mi aveva parlato di questo ristorant...

Trattoria il Quinto Quarto recensito da

Rapporto qualità/prezzo: Normale
Prezzo per persona bevande incluse: 60 €
Recensione
  • Condividi su

Dopo che un mio collega mi aveva parlato di questo ristorante, ho preso informazione dalle recensioni de ilmangione.it e visto i giudizi favorevoli ho prenotato con largo anticipo per la cena del 21 maggio per festeggiare con la mia dolce metà l'anniversario di matrimonio.
Arriviamo per le 20:00, troviamo facilmente parcheggio, entriamo nel cortile della casa di corte dove è sito il ristorante. Nel dehors sono apparecchiati una quindicina di tavoli, noi abbiamo scelto di mangiare all'interno.

Veniamo accolti da una giovane ragazza molto gentile che ci accompagna ad un tavolo defilato, lontano dall'ingresso; siamo i primi avventori, questi arriveranno molto più tardi.
L'interno è, come già descritto dagli altri Mangionauti, una rappresentazione di una trattoria degli anni '40. Sedie di legno del modello tipico della casa della nonna, così come i bicchieri da acqua stile anni '40. I giusti calici da vino, tovaglie e tovaglioli allegri e colorati dove i colori dominanti sono il giallo ed il verde.
Notevole la collezione dei vini esposti, soprattutto piemontesi, veneti e della Valtellina. Impressionante la scelta, dalla lista dei vini, delle bottiglie di Barbera prodotte nelle più disparate cantine del Piemonte.
Decidiamo per un vino che apprezziamo durante la serata, ovvero il Dolcetto della Cantina Borgogno di Barolo.

Impeccabile il servizio, sempre attento senza mai essere noioso o pesante, cordiale e ciarliero senza essere invadente, sia le ragazze di sala che, quello che io penso sia, uno dei titolari, sempre disponibili, riescono a instaurare un rapporto familiare con il cliente attraverso consigli, aneddoti o spiegazioni.

Incuriositi dagli elogi da parte dei Mangioni dell'antipasto della casa, decidiamo di lasciarci tentare.
Nel contempo vengo invitato a scegliere la fiorentina di "fassona piemontese" di kg 1,6 di peso che dividerò con mia moglie.
Le portate di antipasto sono prettamente della cucina tipica piemontese: la lingua al verde, tenerissimi pezzettini di bollito con cipolle, una freschissima tartare di carne, vitello tonnato, cervella panata che mi fa tornare bambino, cipolle dolci e peperoni dolcissimi.
Inutile descrivere il gradimento su queste portate, delicate e perfette sotto tutti i punti di vista. Discorso diverso per gli affettati, buoni ma non eccezionali.

Un inchino di ammirazione per la bontà e la qualità della fiorentina, cotta o cruda, dipende dai punti di vista, al punto giusto, mia moglie che odia mangiare la carne ancora rossa ne è entusista e, passata una diffidenza iniziale, non smette di elogiarne la tenerezza ed il sapore. La fiorentina ci viene servita già tagliata a fette. Nonostante tutto non riusciamo a finirla e con la più naturale semplicità e delicatezza ci viene proposto da uno dei proprietari di portare a casa quanto avanzato: noi accettiamo prontamente.

Terminiamo con un dolce (tutti preparati da loro e fatti in casa), mia moglie amante del cioccolato opta per un casalingo "salame di cioccolato", io vado per una crema catalana: tutto buonissimo.
Due ottime grappe di Barbera, offerte, e un caffè alla moka terminano la cena.

Che dire? Esperienza positivissima, buon vino e buonissima carne la cui frollatura di circa 30 giorni ne garantisce una tenerezza superiore.
Locale consigliatissimo per tutti ma in modo particolare per i carnivori.
Buono il rapporto qualità/prezzo.



Mappa

Trattoria il Quinto Quarto

Via B. Appiani, 8

23842 Bosisio Parini (LC)