Data recensione
02/04/2011
Cucina
10
Ambiente
8
Servizio
9

Dopo la segnalazione assai convinta di un conoscente buongus...

Trattoria il Quinto Quarto recensito da

Rapporto qualità/prezzo: Buono
Prezzo per persona bevande incluse: 65 €
Recensione
  • Condividi su

Dopo la segnalazione assai convinta di un conoscente buongustaio fedele a ilmangione.it e dopo aver letto recensioni incoraggianti decidiamo di cenare al Quinto Quarto, ovviamente prenotando con una settimana d'anticipo, visto i pochi posti a disposizione per l'unica sera di apertura (il sabato).
Devo dire che già l'entrata caratteristica fa presagire un'atmosfera tra l'osteria di paese e il bistrot parigino: bottiglie di ottimo vino ovunque, guide enogastronomiche, le tipiche "sacre scritture" del buongustaio per il quale il Quinto Quarto può definirsi un tempio del tripudio del gusto genuino, schietto e rassicurante; poche parole e molta sostanza! Infatti al Quinto Quarto i piatti parlano da sè!

Antipasto della casa.
Veramente infinito in quantità e in sapore (con soli 15 euro): salumi nostrani eccellenti selezionati e provenienti dall'annessa salumeria; lardo dolce e fondente, coppa morbida e con la giusta sapidità, pancetta dolcissima e gradevolmente untuosa (veramente superba!), salame buono anche se tagliato troppo sottile; lingua con salsa verde, vitello tonnato, delicati; cipolle in agrodolce, giardiniera, peperoni grigliati all'agro: genuinamente casalinghi; tartare, cervella fritta, manzo bollito con cipolle rosse: squisito, morbidissimo; cotechino nostrano; crostini con burro e acciuga. La giusta sapidità per terminare dove l'untuosità del burro viene smorzata dalla struttura pungente e intensa del Valpolicella Poiega 2005 del Mazzi: la giusta amarezza sgrassante (due bottiglie in tre).
Primo.
Lasagnette con radicchio trevisano e provola: magistrali, davvero insuperabili nella cremosità!
Secondo.
Il pezzo forte: fiorentina di fassona piemontese da 1,8 kg; cottura indovinatissima, morbida, scioglievole. Carne allo stato puro con contorni misti azzeccati: fagioli e cipolle, patate al forno e un'ottima insalatina "sgrassante" (direi indispensabile dopo il pantagruelico pasto) di finocchi sottilissimi e arance rosse.
Per terminare come non cedere anche all'ultima tentazione? Difficilissimo scegliere tra i dolci peccati proposti dalla casa tutti intriganti nella loro rivisitata semplicità. Alla fine optiamo per un semifreddo al torroncino e una crostata di ricotta e cioccolato dalle consistenze piacevolmente contrastanti: ottimi.
Tre caffè con la moka portata al tavolo a self-service: davvero particolare.
Concludendo, solo note positive per il servizio cordiale, ma professionale con i giusti tempi. Atmosfera accogliente e casaliga con un leggero sapore d'antan che non guasta, nonostante il locale sia piccolo e affollatissimo, con i tavoli praticamente incollati, ma in fondo non è così un'osteria?
Veramente una cena da grande abbuffata di qualità che sa distinguersi nel suo genere con proposte molto interessanti! Buon rapporto qualità/prezzo: si paga il giusto. Da ritornarci assolutamente.
Consiglio: se non siete affamati puntate diritto al piatto principe. La fiorentina di Fassona, vale veramente la visita!



Mappa

Trattoria il Quinto Quarto

Via B. Appiani, 8

23842 Bosisio Parini (LC)